Startup israeliana tenta di combattere l’obesità

Startup israeliana tenta di combattere l’obesità. Da una parte esiste il Botox che appiana le rughe e dall’altra una startup medica di Gerusalemme, che sta sviluppando un’iniezione che non solo liscia, ma letteralmente scioglie le cellule adipose. A differenza del Botox, però, l’approccio della Raziel Therapeutics ha un potenziale davvero sbalorditivo.

Non è un segreto che l’obesità sia diventata un’epidemia mondiale. Il costo per trattare l’obesità, solo negli Stati Uniti, sarà di 555 miliardi di dollari all’anno entro il 2025. La World Obesity Federation prevede che ci saranno 2,7 miliardi di adulti in sovrappeso e obesi. In altri termini: un terzo della popolazione mondiale sarà in sovrappeso o obeso in meno di un decennio.

Raziel Therapeutics è una startup israeliana con grandi ambizioni in quanto affronta direttamente la sfida dell’obesità. “Non ci sono farmaci oggi per l’obesità che funziona bene e renderà il mondo più sano”, dice il CEO della società, Alon Bloomenfeld, a ISRAEL21c.

Quando viene iniettato, il farmaco rimuove le cellule adipose e posticipa la proliferazione di nuove cellule. Questo nuovo sistema agisce generando calore per utilizzare l’acido grasso prodotto dalle cellule adipose nel corpo, che a sua volta riduce il tessuto adiposo.

I risultati del primo trial clinico americano di Raziel hanno mostrato una riduzione del 30-50% nel grasso sottocutaneo nel sito trattato dopo una singola iniezione.

Come il Botox, le iniezioni della Raziel prendono di mira aree specifiche del corpo – non è una pillola che agisce in generale. Il trattamento dura solo per un periodo limitato di tempo.

Queste le parole di Bloomenfeld:

Nessun farmaco dura per sempre, il corpo trova il modo di guarire. Quindi dopo circa 9 mesi è prevista un’altra iniezione.

RetweeTech