Israele: leader in tecnologie idriche

Israele: Leader in tecnologie idriche. Nonostante l’acqua copra i tre quarti della superficie terrestre, numerosi paesi in tutto il mondo soffrono di potenziale o attuale scarsità idrica. Purtroppo accade che il consumo di acqua superi l’approvvigionamento, soprattutto in paesi aridi in cui si combatte costantemente per soddisfare le esigenze idriche legate all’agricoltura.

Israele, una nazione coperta per circa il 50% da deserto, sta affrontando questa problematica fin dagli inizi. Le tecnologie idriche che ha sviluppato in risposta a questa problematica permettono grandi rivoluzioni e ogni anno mette a disposizione il proprio know how a chiunque lo desideri.

Esistono due modi per regolare le condizioni che portano inevitabilmente alla carenza di acqua:

  1. Creazione di acqua utilizzabile;
  2. Conservazione di acqua già disponibile.

Israele ha lavorato a lungo per avere acqua a sufficienza. Mekorot, per esempio, è una società di proprietà dello Stato che si concentra su tutti gli aspetti della fornitura idrica. Ha creato le tecniche di desalinizzazione, tecniche di perforazione profonda e le tecniche di depurazione delle acque reflue. Tutti questi sistemi aumentano la quantità totale di acqua disponibile per il paese.

Modi per consumare meno acqua

La depurazione ed il riutilizzo delle acque è una strategia che molti paesi stanno oggi utilizzando prendendo esempio proprio da Israele.

Israele è però soprattutto famosa per l’invenzione dell’irrigazione a goccia. Questa tecnica si concentra sull’applicazione di acqua direttamente alle colture mediante un particolare sistema, invece di inondare completamente l’area. Il concetto, guidato da Netafim, è che si dovrebbe utilizzare solo la quantità di acqua necessaria per nutrire le piante.

La leadership israeliana in questo campo fornisce una fonte fertile per le startup e per le opportunità di investimento che si distinguono per aiutare il mondo a risolvere un problema ambientale in corso.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter