Da Israele un cerotto contro l’emicrania

israele-un-cerotto-contro-lemicrania

Da Israele un cerotto contro l’emicrania. Alcuni ricercatori israeliani hanno rivelato come il nuovo dispositivo – creato dalla Theranica – abbia ridotto significativamente l’emicrania in oltre il 60 per cento dei partecipanti allo studio clinico. Un cerotto wireless che utilizza la stimolazione elettrica per bloccare i segnali di dolore al cervello, un giorno potrebbe sostituire i farmaci per il trattamento dell’emicrania.

Il Dott. David Yarnitsky, del Technion di Haifa, in Israele, insieme al proprio team ha recentemente pubblicato i risultati dei test sulla rivista scientifica Neurology.

Le emicranie sono dei ricorrenti mal di testa invalidanti caratterizzati da un lancinante o pulsante dolore moderato o grave, che spesso si verifica su un lato della testa.

Quando si tratta di prevenire o curare l’emicrania, di solito si fa riferimento ai farmaci per contrastare il dolore. Tuttavia, come con tutti i farmaci, vi è il rischio di effetti collaterali.

Il Dott. Yarnitsky e colleghi, ritengono che il loro nuovo cerotto a stimolazione elettrica possa offrire un’alternativa al trattamento della patologia, dopo aver constatato che il cerotto è efficace come un farmaco ma senza effettivamente utilizzarlo.

Per il loro studio, i ricercatori hanno arruolato 71 pazienti adulti con emicrania episodica, i quali stavano vivendo una media da due a otto attacchi di emicrania al mese.

I partecipanti non hanno assunto alcun farmaco per prevenire attacchi di questo tipo per almeno 2 mesi prima dello studio.

Il patch in questione si chiama Nerivio e consiste in un bracciale con elettrodi in gomma e un chip. Il dispositivo wireless è collegato ad una applicazione smartphone. Quando richiesto dall’applicazione, il dispositivo genera impulsi elettrici che stimolano i nervi sensoriali sotto la pelle. Ciò mira a prevenire che i segnali di dolore raggiungano il cervello.

I ricercatori hanno scoperto che il 64 per cento dei soggetti trattati con il cerotto Nerivio ha riportato una riduzione del dolore di emicrania di oltre il 50 per cento nelle 2 ore dopo il trattamento, rispetto ad appena il 26 per cento dei soggetti che hanno ricevuto un trattamento placebo.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter