Al via la costruzione di una navicella spaziale israeliana per la Luna

Al via la costruzione di una navicella spaziale israeliana per la Luna. SpaceIL, il team israeliano del Google Lunar XPRIZE competition, sta facendo passi da gigante per far atterrare la prima navicella israeliana sulla luna.

Lo scheletro della navicella spaziale è composto da due tavole “sandwich” perforate, piastre superiori, inferiori e una struttura ad anello conico.

Questi componenti, progettati da un settore aerospaziale e fabbricati in Spagna dalla IberEspacio, completano la struttura del sottosistema della navicella, pronta per essere lanciata nel prossimo anno. Negli ultimi giorni, è iniziato l’assemblaggio di tutti i componenti.

Dopo le operazioni di assemblaggio verrà eseguito un esperimento completo per assicurare che tutto sia in regole e che quindi l’integrazione sia andata a buon fine e proceda correttamente.

Queste le parole del Dott. Eran Friedman, CEO di SpaceIL:

Siamo lieti di lavorare con il team di professionisti di IberEspacio e ora che abbiamo la struttura di base, possiamo iniziare l’assemblaggio, l’integrazione e le prove presso l’impianto spaziale IAI (Israel Space Agency).

Il lancio è previsto per il prossimo anno.

SpaceIL è un’organizzazione no-profit fondata nel 2011 con lo scopo di far atterrare la prima navicella spaziale israeliana sulla luna.

L’organizzazione è stata fondata da tre giovani ingegneri: Yariv Bash, Kfir Damari e Yonatan Weintraub, che hanno partecipato al Google Lunar XPRIZE, una competizione internazionale moderna per far atterrare un’astronave senza equipaggio sulla luna.

SpaceIL si è impegnata a promuovere l’istruzione scientifica e tecnologica in Israele e sta lavorando per ispirare la prossima generazione di professionisti, in Israele e nel mondo, per studiare scienza, ingegneria, tecnologia e matematica.

RetweeTech