4 dei più grandi affari conclusi nella storia dell’high-tech israeliano

4 dei più grandi affari conclusi nella storia dell’high-tech israeliano. Dopo che Intel ha annunciato l’acquisto della tecnologia israeliana Mobileye, concludendo così un affare da circa 15 miliardi di dollari, tutti i media si stanno concentrando su analisi più o meno particolareggiate sulle exit israeliane nel campo high-tech.

Con sede a Gerusalemme, Mobileye è una startup di tecnologia che produce un sistema all’avanguardia in grado di prevenire imminenti collisioni, applicando in automatico il sistema frenante. Mobileye ha già collaborato con Intel e BMW per sviluppare veicoli autonomi.
Come sottolineato dal Primo Ministro Netanyahu, con questo affare la Startup Nation ha “raggiunto la maggiore età”.

L’affare concluso da Intel e Mobileye è solo l’ultimo in termini cronologici ma ad oggi risulta essere per Israele il più grande business transfrontaliero di sempre. Ecco 4 dei più grandi affari conclusi nella storia dell’high-tech israeliano:

  1. Luglio 2016: Un consorzio cinese legato al fondatore di Alibaba Jack Ma acquista la società israeliana di giochi online Playtika per 4,4 miliardi di dollari. La società, acquistata da investitori statunitensi cinque anni prima, ha ancora sede in Israele.
  2. Settembre 2013: Trusteer, fornitore di software per la cyber-sicurezza viene acquistato dal gigante statunitense IBM.
  3. Giugno 2013: Google annuncia un accordo per acquistare la popolare app per il traffico Waze per più di 1 miliardo di dollari.
  4. Gennaio 2013: Cisco acquista per 475 milioni di dollari l’israeliana Intucell, leader in software che permettono agli operatori di telefonia mobile di gestire al meglio le loro reti.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter