Startup aiuta a migliorare le capacità dei chirurghi con l’intelligenza artificiale

Startup Theator chirurghi intelligenza artificiale

La startup israeliana Theator ha messo a punto una tecnologia che aiuta a migliorare le capacità dei chirurghi e a ridurre gli errori medici sfruttando l’apprendimento automatico e la visione artificiale.

La sua piattaforma fornisce ai chirurghi strumenti di supporto decisionale basati su intelligenza artificiale.

Theator utilizza una visione computerizzata all’avanguardia e l’apprendimento automatico per analizzare il contenuto visivo, identificare i momenti chiave intraoperatori e mostrare ai chirurghi un’insieme di informazioni dettagliate.

L’ultima novità della startup

L’ultimo prodotto di Theator è Minutes, basato su un set di dati reali e comprende due moduli generali per i chirurghi: un software di gestione dei contenuti e un rapporto operativo visivo con analisi.

Minutes è una piattaforma che ospita e analizza i dati video degli interventi chirurgici ed è destinata ad essere utilizzato dai chirurghi per esaminare e analizzare gli interventi chirurgici precedenti per scopi educativi.

Il software non fornisce un feedback in tempo reale al chirurgo durante l’intervento chirurgico e non è destinato ad essere utilizzato per prendere decisioni di trattamento per i pazienti.

L’analisi algoritmica basata sull’intelligenza artificiale può anche informare i chirurghi sulle loro prestazioni. I video vengono archiviati e sono accessibili ai chirurghi, i quali possono da questi video recuperano informazioni cruciali per il debriefing e per migliorare la cura del paziente.

 startup Theator  chirurghi Israele

Il dottor Tamir Wolf, CEO della startup, ha dichiarato al Globes:

“La mancanza di accesso a dati oggettivi e diffusi sulla chirurgia è una delle principali cause di errori spesso rischiosi per la vita di un paziente. Oggi, la chirurgia è per lo più soggettiva, ancora insegnata ed eseguita come apprendistato. La qualità dell’assistenza e gli esiti variano notevolmente a seconda dell”intuizione’ del chirurgo, della sua esperienza nel campo specifico, che è a volte limitata e varia. Theator sfrutta l’apprendimento automatico e la computer vision per analizzare gli interventi chirurgici e compilare un database utilizzabile che può aiutare a ridurre drasticamente gli errori nelle procedure chirurgiche”.

Theator, fondata dal CEO Dottor Tamir Wolf e dal CTO Dotan Asselmann, condivide, in modo anonimo, le esperienze mediche della sala operatoria con una comunità di chirurghi a livello globale.

Yoav Samet, Managing Partner di StageOne e membro del consiglio di amministrazione di Theator, ha osservato:

“Siamo convinti che la computer vision e l’apprendimento automatico cambieranno per sempre la chirurgia. Theator sta creando la roadmap che aiuterà le piattaforme robotiche autonome a navigare in complesse procedure chirurgiche e StageOne è orgogliosa di supportare questa visione”.

Credit foto Globes

RetweeTech