Israele: al via l’incentivo per imprenditori stranieri

Israele: al via l’incentivo per imprenditori stranieri. L’Israel Innovation Authority pubblicherà nelle prossime settimane i nomi dei 12 incubatori e acceleratori selezionati per ospitare gli imprenditori stranieri in Israele come parte del suo programma pilota Innovation Visa.

Con questa idea, annunciata nel mese di dicembre, Israele apre le porte agli imprenditori stranieri con un nuovo visto. L’obiettivo è quello di consentire agli imprenditori stranieri di imparare dall’ecosistema israeliano e alla fine anche beneficiare del sostegno del governo per l’istituzione di una startup in Israele.

Gli imprenditori che vogliono venire a lavorare in Israele devono richiedere l’expert visa ed essere sponsorizzati dalla società per cui lavorano.

Questo il commento che Salit Lev, dell’Israel Innovation Authority, ha rilasciato al TheTimesOfIsrael:

Crediamo che gli imprenditori possano beneficiare del modo di lavorare nel nostro ecosistema e vedere come vanno le cose qui. Ma anche Israele potrà beneficiare di questa interazione, in quanto aumenterà la diversità culturale.

Gli imprenditori potranno rimanere in Israele per 24 mesi. Il programma non è stato istituito per attirare intenzionalmente imprenditori in Israele, ha sottolineato Lev. L’iniziativa ha lo scopo di fornire un quadro, fino ad ora mancante, per consentire agli imprenditori di venire a creare le loro imprese in Israele.

L’Autorità sceglierà circa 12 organizzazioni, tra i quali incubatori locali e acceleratori, che fungeranno da guida attraverso l’ecosistema israeliano dell’high-tech.

Se i nuovi arrivati ​​decideranno di costituire una società in Israele, se registreranno l’impresa a livello locale, saranno anche in grado di beneficiare di sovvenzioni da parte del governo e di una expert visa per un massimo di cinque anni.

L’iniziativa è ancora un progetto pilota e potrebbe essere modificata in base alle richieste.

RetweeTech