Dispositivo israeliano riduce del 50% la necessità di ripetere la chirurgia del cancro al seno

Dispositivo israeliano riduce del 50% la necessità di ripetere la chirurgia del cancro al seno. Molte donne che hanno avuto il cancro al seno e che lo hanno rimosso, devono spesso essere sottoposte ad una seconda operazione per catturare le cellule maligne. Ma un nuovo strumento israeliano chiamato MarginProbe sta aiutando i medici hanno ridurre del 50% il tasso ti ripetizione di queste operazioni.

Gli studi clinici hanno dimostrato che il dispositivo riduce effettivamente la necessità di ulteriori interventi chirurgici nelle donne sottoposte a lumpectomia (trattamento efficace nel tumore della mammella in fase iniziale).

MarginProbe, realizzato dall’israeliana Dune Medical Device, permette al chirurgo di esaminare il tessuto canceroso rimosso da un seno, per garantire che non vi siano cellule maligne sui suoi confini esterni. La sonda guida il chirurgo il quale può rimuovere più tessuto se necessario per garantire che la zona interessata sia pulita da cellule maligne prima di effettuare la sutura.

Senza MarginProbe, i chirurghi non hanno un modo immediato per individuare l’esistenza di cellule tumorali ai margini di un campione di tessuto. Generalmente devono campionarlo ed inviarlo ad un laboratorio. I risultati possono arrivare anche dopo un paio di settimane, e se sono positivi, la paziente deve sottoporsi a un secondo intervento chirurgico.

Queste le parole di Gal Aharonowitz:

Abbiamo sviluppato l’unica tecnologia al mondo che ha un prodotto commerciale che permette al chirurgo, in sala operatoria e quindi in tempo reale, di verificare i margini del tumore ed individuare il tessuto canceroso per poi decidere sul posto se vi è bisogno d rimuoverlo o meno.

MarginProbe, che ha ricevuto l’approvazione da parte della Food And Drug Administration nel 2012, è utilizzato in più di 100 ospedali negli Stati Uniti e 12 in Israele.

In questo video, tre medici spiegano come funziona MarginProbe ed i vantaggi che offre.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter