Vsiii: l’endoscopio in 3D efficace durante l’asportazione del tumore al cervello

Vsiii l'endoscopio in 3D efficace durante l'asportazione del tumore al cervello

Un innovativo endoscopio in 3D-HD, chiamato Vsiii, fornisce ai chirurghi in sala operatoria una visualizzazione stereoscopica (3D) ad alta definizione durante l’asportazione di un cancro al cervello.

La tecnologia, sviluppata dall’azienda israeliana Visionsense, imita l’occhio di un’ape: un unico sensore diviso in centinaia di migliaia di piccoli occhi che guardano in direzioni diverse, utilizzando una serie di elementi di dimensioni micron.

Il dispositivo offre notevoli vantaggi rispetto alle tecnologie di visualizzazione esistenti in quanto garantisce una visione in profondità senza paragoni in termini di ingrandimento e messa a fuoco.

Il sistema VSiii di Visionsense può essere utilizzato in procedure mini-invasive di neurochirurgia, otorinolaringoiatrica, artroscopia (solo marchio CE) e chirurgia generale. E’ stato approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti, ha il marchio europeo CE e viene utilizzato regolarmente in ambito ospedaliero in tutto il mondo.

Grazie alle capacità di stereovisione, i chirurghi acquisiscono una migliore comprensione dei tessuti, migliora la loro coordinazione tra i movimenti della mani e la vista ed inoltre c’è la sicurezza di utilizzare strumenti chirurgici avanzati.

La soluzione VSiii si basa su un endoscopio di piccolo diametro (a partire da 4 mm), a canale singolo, che fornisce informazioni visive alla telecamera stereoscopica che imita l’occhio composto di un insetto usando avanzati algoritmi di elaborazione dell’immagine.

Vsiii l'endoscopio in 3D efficace durante l'asportazione del tumore al cervello

Visionsense, con sede a Petah Tikva, sviluppa dispositivi chirurgici minimamente invasivi, principalmente per la chirurgia cerebrale.

L’azienda è stata fondata da Avi Yaron nel 1998, al quale durante un ricovero in ospedale, a causa di un incidente in motocicletta, è stato scoperto un tumore al cervello.

Avi Yaron è stato operato negli Stati Uniti, dove i chirurghi hanno asportato la massa di tumore ma non sono riusciti a rimuovere dei piccoli frammenti in quanto gli strumenti medici dell’epoca non lo consentivano.

Yaron, ingegnere elettronico e imprenditore, dopo quell’episodio ha iniziato a progettare e poi a sviluppare un dispositivo di imaging unico: l’endoscopio Vsiii, che ha consentito ai medici, molti anni dopo, di rimuovere i frammenti di tumore senza causargli disabilità fisiche o epilessia.

Oggi l’azienda israeliana sta apportando miglioramenti significativi al prodotto. Con la tecnologia avanzata dei sensori e il software proprietario, il sistema Visionsense offre percezione della profondità, immagini con risoluzione 3D-HD e flessibilità di manovra attraverso i più piccoli diametri di accesso.

RetweeTech