Vayyar: la startup israeliana che vede attraverso le superfici

Vayyar: la startup israeliana che vede attraverso le superfici. Grazie alle tecnologie sviluppate dalla startup israeliana Vayyar, ciò che in precedenza rimaneva confinato al regno della fantascienza sta diventando una realtà: guardare attraverso le superfici.

Vayyar ha sviluppato dei sensori in grado di rilevare e visualizzare visivamente – in tre dimensioni – ciò che si trova sull’altro lato di qualsiasi superficie. Le applicazioni sono molteplici, dalla rilevazione delle cellule del cancro al seno attraverso la pelle, alla ricerca di persone in caso emergenza e soccorso, questa tecnologia può cambiare il nostro modo di interagire con il mondo e potenzialmente contribuire a salvare vite umane.

Progettati per vedere attraverso materiali, oggetti e anche i liquidi, i sensori di Vayyar guardano attraverso le barriere e restituiscono immagini 3D. La sua tecnologia può vedere attraverso la pelle e il tessuto per rilevare masse tumorali, guardare attraverso le pareti e creare un’immagine 3D di strutture nascoste; oppure, possono essere utilizzati per creare una casa intelligente che tiene traccia della posizione delle persone che necessitano di cure, così come i loro segni vitali.

sensori 3D si basano su antenne che inviano costantemente segnali a radiofrequenza per creare una mappa 3D dell’ambiente. I segnali viaggiano attraverso oggetti e ne rilevano la posizione, la dimensione e il movimento.

Rispetto ad altri sensori a radiofrequenza che sono già sul mercato, il vantaggio di Vayyar deriva dalla quantità di antenne che possono trasmettere e ricevere molti segnali contemporaneamente e la forza degli algoritmi utilizzati per interpretare i dati.

Il loro sensore potrebbe rivoluzionare il modo in cui le malattie come il cancro al seno vengono diagnosticate. Rispetto alla risonanza magnetica, ai raggi X e alle macchine a ultrasuoni, che in genere costano molto e si limitano a determinate aree, i sensori di Vayyar sono piccoli e poco costosi, tanto che in futuro l’azienda prevede di poterli inserire negli studi medici.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter