Università di Tel Aviv: nuovo centro spaziale per satelliti grandi come una scatola di scarpe

L’Università di Tel Aviv ha realizzato un nuovo centro spaziale per la creazione e il lancio di satelliti speciali, dalle dimensioni di una scatola da scarpe. L’obiettivo è la ricerca scientifica per monitorare l’inquinamento atmosferico, le telecomunicazioni, la salute delle foreste tropicali e le tecnologie agricole.

Il nuovo centro, è stato presentato durante la 13esima Conferenza Internazionale sullo Spazio, che si è recentemente tenuta presso l’Università. I mini-satelliti appositamente progettati per rispondere a specifiche domande scientifiche, saranno realizzati da esperti e ingegneri in collaborazione con professori e studenti dell’Università di Tel Aviv. Saranno completati in breve tempo e a costi relativamente bassi.

Formare la prossima generazione di esperti nel campo dello spazio

Il nuovo approccio, reso possibile dalla rivoluzione tecnologica della miniaturizzazione, si basa sull’uso di cubi che misurano 10x10x10 cm, assemblati per formare piccoli satelliti, “dalle dimensioni di una scatola da scarpe”, sottolinea Colin Price, direttore del The Porter School of Environmental Studies dell’Università di Tel Aviv.

Ogni mini-satellite sarà equipaggiato con minuscole telecamere e sensori, a seconda della missione per cui sarà utilizzato, e un’antenna che gli permetterà di inviare dati alla stazione di terra. La costruzione di un mini-satellite richiede circa due anni, rispetto ai 10 o persino 20 anni per un grande satellite, e il costo di costruzione e lancio è di circa mezzo milione di dollari, a fronte di centinaia di milioni richiesti per un satellite standard.

I mini-satelliti possono essere utilizzati per la ricerca in numerosi campi tra cui:

il monitoraggio ambientale;

l’inquinamento atmosferico;

il monitoraggio delle foreste tropicali;

iceberg polari o migrazione;

agricoltura;

reti di comunicazione;

geofisica, geografia, ricerca atmosferica, meteorologia, biologia, medicina e tantissimo altro.

Oltre alle attività di ricerca, il centro si concentrerà anche sull’educazione e costruirà programmi per formare la prossima generazione di esperti nel campo dello spazio.

RetweeTech