Università Ben Gurion: aperto Centro nazionale di ricerca sull’autismo

Centro nazionale di ricerca sull'autismo aperto alla Ben Gurion del Negev

Un Centro nazionale di ricerca sull’autismo è stato aperto presso l’Università Ben-Gurion del Negev.

La struttura, la cui apertura è stata promossa dall’Università Ben-Gurion e dal Centro medico universitario Soroka di Be’er Sheva, servirà come principale centro di informazione e ricerca israeliano sul tema dell’autismo e sarà l’organo di coordinamento per assemblare gli studi nazionali sull’autismo.

Un Centro a favore della ricerca

Il Centro consentirà l’accesso agli studiosi che sono alla ricerca di nuovi metodi di trattamento, creerà banche dati nazionali condivise e distribuirà le informazioni ai decisori, agli operatori sanitari e al pubblico in generale.

Finanziato in parte dai ministeri della Salute e della Scienza e Tecnologia, il nuovo centro è diretto dal Prof. Ilan Dinstein, dal Dott. Gal Meiri, dal Dott. Idan Menashe e dalla Dott.ssa Hava Golan.

Israele Centro nazionale di ricerca sull'autismo

I Ministeri avevano selezionato l’Università Ben-Gurion per ospitare il centro nazionale la scorsa estate e avevano annunciato la sua apertura durante la prima conferenza nazionale per lo studio dell’autismo, che si è tenuta presso il Marcus Family Campus dell’Università di Be’er Sheva.

La conferenza di due giorni ha riunito, a metà febbraio, 120 medici, accademici, ONG e professionisti della salute mentale per discutere di metodi di trattamento e ricerca.

Il nuovo Centro di ricerca è una trasformazione del centro autistico regionale che in Israele esiste dal 2015.

Il Prof. Dinstein, come riporta un comunicato dell’Università, con soddisfazione ha affermato:

“La decisione di potenziare il Negev Autism Center e trasformarlo da organismo regionale a nazionale, è un risultato gratificante di fiducia nella ricerca che abbiamo fatto qui fino ad oggi, e soprattutto nei confronti del nostro approccio multidisciplinare alla cura dell’autismo. Da quando abbiamo fondato il Centro nel 2015 abbiamo incoraggiato scienziati e medici provenienti da una varietà di campi diversi tra cui pediatria, neurologia, psichiatria, genetica, neuroscienza, psicologia dello sviluppo, biologia molecolare e ingegneria biomedica a condividere le loro scoperte”.

I risultati di questa collaborazione costituiscono infatti la base del primo database di questo tipo in Israele con una varietà di dati clinici, comportamentali e biologici, raccolti da centinaia di bambini autistici e dalle loro famiglie.

Il Prof. Dinstein ha infine affermato:

“La quantità e la precisione dei dati che abbiamo raccolto sono uno strumento prezioso per la ricerca teorica e le applicazioni per il trattamento”.

RetweeTech