TOM:Israel 2017, l’hackathon per fare del bene al prossimo

TOM:Israel 2017, l’hackathon per fare del bene al prossimo. Il Makeathon è un concorso di progettazione di circa 72 ore che mira ad attrarre artisti, progettisti e creatori per un fine settimana pieno di creatività e innovazione con lo scopo di “fare del bene al prossimo”.

In altri termini è la versione solidale dell’Hackaton, la maratona di creatività e innovazione durante la quale esperti di informatica e di sviluppo di software quali hackers, programmatori, sviluppatori, grafici e designers, si sfidano, a gruppi, in un contest.

Lo scorso mese al Technion di Haifa si è svolto il TOM Israel 2017, organizzato dalla no-profit israeliana Tiqqun’olam.

TOM è un movimento globale che mira a colmare il divario tra le persone con disabilità e le persone che hanno le capacità tecniche e di sviluppo per aiutarli a superare queste sfide.

Il movimento è dedicato alla tecnologia in via di sviluppo per aiutare chi ne ha bisogno. Infatti Tiqqun’olam è il termine ebraico per “rendere il mondo un posto migliore”.

La sedia a rotella che sfida l’inverno

Il team di creatori TOM, ad esempio, hanno sviluppato ciò che hanno soprannominato: “sedia a rotelle che sfida l’inverno”. Hanno progettato una sorta di ombrello che inserito nella sedia può essere alzato o abbassato con la semplice pressione di un pulsante.

Tantissime sono le altre idee innovative presentate, tra cui:

  • Un magnete per aiutare i bambini affetti da disabilità motoria a tenere il righello oppure un portachiavi per togliere facilmente i tappi dalle penne e pennarelli;
  • Un nastro trasportatore per macchine da caffè per aiutare chi ha tremore alle mani a preparare un caffè senza farlo cadere;
  • Una tavoletta del wc portatile per i bambini che hanno bisogno di un ulteriore sostegno;
  •  Un dispositivo che permette ai bambini di tenere le consolle di gioco con una mano;
  •  Detergenti per le ruote delle sedie a rotelle.

Queste le parole di Arnon Zamir, direttore e fondatore di TOM:

Con 1,1 miliardi di persone che vivono con disabilità, vi è un numero astronomico di sfide trascurate che ostacolano l’indipendenza e l’inclusione. La forza di TOM è la potente connessione tra una comunità dedicata, mobilitata e pronta a sviluppare soluzioni per le sfide di tutti i giorni e chi ha bisogno di questi prodotti per vivere meglio.

TOM: Israel 2017 ha avuto luogo in uno spazio di lavoro appositamente progettato presso il Technion di Haifa, utilizzando tecnologie avanzate come ad esempio le stampanti 3D e le macchine per il taglio laser. Ognuna delle 17 sfide ha coinvolto una persona con disabilità o profondo conoscitore della sfida e un team di Makers (progettisti, sviluppatori, ingegneri) che hanno lavorato insieme.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter