Tel Aviv tra le prime 10 città ad incorporare macchine autonome nel trasporto pubblico

Tel Aviv tra le prime 10 città ad incorporare macchine autonome nel trasporto pubblico. La vibrante metropoli di Tel Aviv tra le altre poche città in tutto il mondo ad incorporare auto senza conducente nel suo sistema di trasporto pubblico.

Si unisce a Austin, Nashville, Los Angeles, Washington DC, Parigi, Helsinki, Londra, San Paolo e Buenos Aires. Tel Aviv, diventerà una delle 10 città che partecipano a un nuovo programma di prestigio gestito dalla Bloomberg Philanthropies e dall’ Aspen Institute, chiamato The Global Initiative On Autonomous Vehicles.

Il programma che aiuta le più importanti città a prepararsi all’avvento dei veicoli autonomi, è stato progettato per i “sindaci, che lavoreranno insieme per preparare le loro città alla nascita di veicoli autonomi”, secondo una dichiarazione rilasciata da Bloomberg.

La partecipazione al programma è un’opportunità per ridurre l’uso dei veicoli privati verso l’altra parte della città. Come spiegato dal sindaco di Tel Aviv, Ron Huldai:

Le automobili autonome potrebbero avere un impatto positivo sulla città se potranno essere utilizzate come parte del nostro sistema di car-sharing.

Tel Aviv grazie ai suoi numerosi successi nel campo dei trasporti e la sua leadership globale in innovazioni e soluzioni creative alle sfide urbane è stata prima città in Israele ad aprire la strada  – divenuta molto popolare – al sistema di bici-sharing, chiamato “Tel-O-Fun”, nel 2011.

Un progetto per il futuro del trasporto

“La rivoluzione veicolo autonomo è qui – e esaminando le opportunità e le sfide, i sindaci potranno aprire la strada e adottare politiche a beneficio dei cittadini e delle comunità”, ha spiegato l’ex sindaco di New York Michael R. Bloomberg:

Insieme, siamo in grado di contribuire a plasmare il futuro del trasporto.

Secondo il Presidente e CEO dell’Aspen Institute, Walter Isaacson:

Lo sviluppo dei veicoli autonomi ha il potenziale di avere un impatto significativo sulle città in modi inaspettati. La nuova iniziativa offre un’eccellente opportunità per le città e gli esperti, per condividere le conoscenze con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita.

RetweeTech