Technion: nuova tecnologia per aerei non inquinanti

Technion: nuova tecnologia per aerei non inquinanti. Alcuni ingegneri aerospaziali del Technion di Haifa hanno sviluppato e brevettato un processo che può essere utilizzato a bordo di aerei in volo per la produzione di idrogeno, partendo da acqua e particelle di alluminio, in modo sicuro ed economico. L’idrogeno può essere convertito in energia elettrica per l’uso in volo.

La scoperta potrebbe aprire la strada ad aeromobili non inquinanti, sostituendo i sistemi idraulici e pneumatici attuali, tipicamente alimentati dal motore principale.

Il lavoro pionieristico è stato riportato in un recente articolo pubblicato sulla rivista International Journal of Hydrogen Energy.

Questo il commento della Dott.ssa Shani Elitzur del Technion:

L’idrogeno prodotto a bordo dell’aeromobile durante il volo può essere incanalato in una cella per la produzione di energia elettrica. Questa tecnologia offre una buona soluzione a diversi problemi, quali lo stoccaggio di idrogeno, senza i problemi associati allo stoccaggio di idrogeno allo stato liquido o gas.

Mentre l’uso di combustibili a idrogeno è una soluzione energetica potenzialmente green per qualche tempo, lo stoccaggio dell’idrogeno è sempre stato un problema. Gli ingegneri sono stati in grado di risolvere il problema di stoccaggio dell’idrogeno utilizzando celle non inquinanti.

La ricerca della Dott.ssa Elitzur si è concentrata sulla reazione tra la polvere di alluminio e l’acqua per produrre idrogeno. La base per la tecnologia è nella reazione chimica tra l’alluminio in polvere e l’acqua per produrre idrogeno. L’acqua dolce o le acque reflue, già a bordo dell’aeromobile, possono essere utilizzate per l’attivazione, il che significa che l’aeromobile non deve prevedere di portare a bordo ulteriore acqua.

La reazione spontanea tra l’alluminio in polvere e l’acqua viene abilitata da uno speciale processo termochimico sviluppato dai ricercatori israeliani.

Grazie a questo processo che genera calore, la tecnologia può essere utilizzata per numerosi compiti tra cui:

  • Riscaldamento di acqua e di pasti a bordo;
  • Operazioni di sbrinamento,
  • Riscaldamento del combustibile prima di avviare i motori.
  • Inoltre, secondo i ricercatori, ci saranno ulteriori vantaggi:
  • Operazioni più silenziose a bordo di un aeromobile;
  • Drastica riduzione di emissioni di CO 2
  • Nessuna necessità di serbatoi di stoccaggio dell’idrogeno a bordo;
  • Generazione di energia elettrica più efficiente;
  • Una riduzione del cablaggio (più celle a combustibile possono essere posizionate in prossimità del loro punto di utilizzo);
  • Efficienza termica
  • Riduzione dei vapori infiammabili nei serbatoi di carburante.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter