Sviluppato un sistema che genera energia pulita dai batteri fotosintetici

Sviluppato un sistema che genera energia pulita dai batteri fotosintetici

È possibile generare elettricità dai batteri fotosintetici, produttori di ossigeno, noti anche come cianobatteri o alghe azzurre. La conferma arriva dai ricercatori del Technion di Haifa che hanno sviluppato un sistema di produzione di energia che sfrutta sia la fotosintesi che i processi respiratori a cui sono sottoposti i cianobatteri.

I cianobatteri si trovano in tutti gli ambienti terrestri, dagli oceani alle acque dolci, dal suolo alle zone artiche e nelle sorgenti termali. Questi batteri utilizzano meccanismi fotosintetici che consentono loro di generare energia dalla luce solare. Inoltre generano energia al buio, attraverso meccanismi respiratori basati sulla digestione e sulla degradazione dello zucchero.

I cianobatteri sono una parte vitale dell’ambiente, in quanto formano una fonte di ossigeno atmosferico e una fonte essenziale di materiale organico (ad esempio lo zucchero), che costituisce il primo anello della catena alimentare.

Per generare l’energia di cui hanno bisogno per esistere, i cianobatteri utilizzano ficobilisomi (PBS), una sorta di “antenna solare”, tramite la quale assorbono l’intensità e una serie di lunghezze d’onda dalla luce solare.

Questa energia viene incanalata verso i centri di reazione chimica, dove l’acqua viene scomposta, rilasciando un flusso di ioni di idrogeno, che vengono poi applicati per generare energia chimica, determinando la produzione alimentare.

Il team di ricercatori israeliani ha semplicemente deviato l’idrogeno prodotto per generare elettricità, dimostrando che i cianobatteri possono essere effettivamente utilizzati come fonte di energia pulita. Non è richiesto alcun processo meccanico per generare energia e non è necessario bruciare combustibili fossili per produrre elettricità.

Una delle scoperte di questo studio – hanno affermato i ricercatori del Technion, come riporta il Times of Israelè stato l’uso di batteri vivi, che non dovrebbero essere danneggiati nel processo di generazione di energia”.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature Communications, evidenzia che l’uso di cianobatteri nella produzione di diversi tipi di bioenergia potrebbe rappresentare un sistema semplice e pulito per la produzione di energia sostenibile.

RetweeTech