Studio israeliano: la voce può indicare la presenza di una malattia cardiaca

studio-israeliano-la-voce-puo-indicare-la-presenza-di-una-malattia-cardiaca

Studio israeliano: La voce può indicare la presenza di una malattia cardiaca. Spesso il tono di voce può indicare se l’interlocutore sia triste, felice, arrabbiato o malinconico. Ora una startup israeliana sta portando l’analisi vocale ad un livello completamente nuovo, con una tecnologia in grado di rilevare la presenza di una malattia cardiaca.

Una startup israeliana che utilizza un software di riconoscimento vocale per analizzare le emozioni umane, ha annunciato i risultati di un nuovo studio sulla malattia coronarica (Coronaropatia), condotta insieme alla Mayo Clinic. La ricerca, presentata presso l’American Heart Association Scientific Sessions, dimostra che l’analisi vocale può essere utilizzata per identificare la presenza di questa malattia che colpisce il cuore, stabilendo una forte correlazione tra alcune caratteristiche vocali e la presenza della stessa.

Lo studio rappresenta un significativo passo in avanti in questo campo, dimostrando che c’è una connessione tra le funzioni vocali distinte e le condizioni di salute, in grado di migliorare in modo significativo il monitoraggio continuo e ridurre i costi di assistenza sanitaria a distanza.

La malattia coronarica è un tipo di malattia cardiaca che si verifica quando le arterie che forniscono sangue al muscolo cardiaco, si induriscono e si ristringono. Ciò è dovuto alla formazione di colesterolo sulle pareti interne. Questo accumulo è chiamato aterosclerosi. Più “grasso” c’è, meno sangue riesce a fluire attraverso le arterie. Come risultato, il muscolo cardiaco non riesce a lavorare come si deve.

In linea generale un paziente può effettuare test clinici per stimare i livelli di rischio. Ma l’israeliana Beyond Verbal, insieme alla Mayo Clinic, vuole andare oltre e grazie ad uno studio ha scoperto la relazione tra il tono di voce e la presenza della malattia coronarica.

Dopo aver condotto uno studio su 120 pazienti sottoposti ad angiografia coronarica elettiva, i test hanno confermato il potenziale di utilizzo di un software che analizzi la voce umana per il monitoraggio sanitario in generale e del cuore in particolare.

Beyond Verbal prevede di ripetere l’esperimento in Cina e in Israele, per stabilire se la stessa correlazione verrà evidenziata anche in diverse lingue. Successivamente potranno anche testare le caratteristiche della voce in relazione ad altre malattie cardiovascolari.

L’azienda suggerisce che in futuro, i medici potrebbero diagnosticare le condizioni mediche a distanza, analizzando le registrazioni vocali dei pazienti.

L’obiettivo finale è quello di realizzare una applicazione per smartphone che consenta ai medici di ascoltare una nota vocale e stabilire se il paziente abbia problemi o meno.

Conclude Yuval Mor, CEO dell’azienda:

Stiamo aprendo la porta ad un qualcosa di completamente nuovo che potrà fare una grande differenza nella comunità medica.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter