Stop al botox. Scienziati israeliani inventano la prima ed unica crema anti età

Stop al botox. Scienziati israeliani inventano la prima ed unica crema anti età. Un team di ricerca dell’Università di Bar Ilan sostiene di aver fatto un passo in avanti nella lotta contro le rughe ed il rilassamento cutaneo, trovando un modo per inserire un acido ad assorbimento nella pelle, senza la necessità di iniezioni.

Il gruppo di scienziati israeliani, guidato dal Prof. Rachel Lubart e dal Prof. Aharon Gedanken, è stato coinvolto nello sviluppo di una tecnologia che permette la produzione di acido ialuronico in particelle di dimensioni diverse.

Con il termine micronizzazione si intende la riduzione delle dimensioni delle particelle in un materiale solido; il termine caratterizzazione si riferisce allo studio della struttura e delle proprietà di un materiale. Entrambe le aree di studio hanno permesso lo sviluppo di prodotti – in particolare farmaci – che possono essere somministrati attraverso la pelle di un paziente senza la necessità di pillole o iniezioni.

Immagine del prima e dopo l’uso della crema. Photo Credit | TheTimesOfIsrael

La pelle, che svolge un ruolo importante nel proteggere i nostri organi, è impenetrabile e trovare un mezzo per penetrare questa barriera è stata a lungo una sfida. Ora, sulla base di questo sviluppo, Hava Zingboim, azienda pioniera della cosmetica, ha prodotto per la prima volta una formula per consentire all’acido ialuronico di penetrare negli strati più profondi della pelle mediante l’applicazione di una crema – senza iniezione.
Grazie a questa nuova tecnologia è possibile effettuare la micronizzazione di queste molecole e una volta raggiunta la nano-dimensione, esse sono in grado di essere trasferite nella formula, che permette loro di rimanere nanometriche durante tutto il processo. Fino ad oggi, questa è l’unica tecnologia al mondo in grado di creare piccole molecole che rimangono tali, anche quando applicate sulla pelle.

 

 

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter