Startup sviluppa pesticida biologico che distrugge il punteruolo rosso nelle palme

Startup sviluppa pesticida biologico che distrugge il punteruolo rosso nelle palme

La startup PlantArcBio Ltd., che operante nel settore delle agro-tecnologie, ha sviluppato un efficace pesticida biologico per combattere il punteruolo rosso, che attacca gli alberi a livello mondiale.

Il composto biologico, che è stato sviluppato in collaborazione con una società internazionale con sede in Israele – che si occupa della protezione delle piante – e con un esperto ricercatore agricolo il Prof. Moshe Bar-Joseph, riproduce una parte specifica del materiale genetico dell’insetto.

Dror Shalitin, fondatore e CEO di PlantArcBio, ha dichiarato al The Times of Israel:

“Nel momento in cui il composto biologico è stato somministrato direttamente sull’insetto, ha mostrato una efficacia del 100% nell’uccidere le larve del coleottero nel giro di pochi giorni. L’insetticida biologico aiuterà i coltivatori di palme ad affrontare meglio questo particolare insetto, che rappresenta una minaccia rilevante per l’industria delle palme in Israele e in tutto il mondo”.

Secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), il punteruolo rosso è uno dei parassiti più invasivi al mondo e il più distruttivo per circa 40 specie di palme.

La FAO nel 2017 aveva approvato un nuovo piano d’azione in modo da fermare la diffusione del coleottero, definito “una minaccia globale“.

Le femmine adulte depongono circa 300 uova nei buchi di un albero e le larve si fanno strada attraverso l’albero. Una volta danneggiata la corona dell’albero, le palme non sono in grado di produrre nuove fronde e muoiono entro pochi mesi.

Roy Livneh, chief business officer della startup israeliana, ha spiegato:

“Abbiamo creato un composto dall’acido ribonucleico (RNA) dell’insetto che colpisce i geni vitali del punteruolo rosso e li blocca, provocandone la morte. Al momento abbiamo verificato l’efficacia delle molecole che abbiamo creato direttamente sul coleottero. In una seconda fase controlleremo il suo effetto quando la sostanza sarà applicata direttamente sugli alberi”.

L’acido ribonucleico (RNA) è una molecola polimerica che svolge un ruolo biologico essenziale nella codifica, decodifica, regolazione ed espressione dei geni.

Il modo in cui sarà applicato il composto alle palme deve ancora essere determinato, potrebbe essere attraverso un sistema di spruzzatura, per iniezione o tramite irrigazione.

Il pesticida di PlantArcBio si basa su elementi biologici che distruggono solo gli insetti. Secondo l’azienda l’antiparassitario si decompone rapidamente dopo l’uso e non lascia tracce nel frutto della pianta.

Il primo prodotto sviluppato dall’azienda israeliana è stata la scoperta di geni, estratti dalla natura, che possono rendere le piante più resistenti alla siccità.

RetweeTech