Startup sviluppa dispositivo ad onde ultrasoniche per ridurre i tremori del Parkinson

Insightec Startup onde ultrasoniche tremori Parkinson

Disturbi come il tremore essenziale, una malattia che causa il tremito involontario della testa, della mano e della voce, e la malattia di Parkinson, che causa movimenti incontrollati in diverse parti del corpo, influenzano la vita quotidiana di milioni di persone in tutto il mondo.

La startup israeliana Insightec afferma di aver sviluppato una tecnologia non invasiva che aiuta ad alleviare i sintomi di queste malattie.

L’azienda ha ottenuto l’approvazione della Food and Drug Administration (FDA) negli Stati Uniti per la sua tecnologia nel 2016, dopo che lo studio clinico ha dimostrato che il trattamento è efficace e sicuro, e nel 2018.

Tremore essenziale e Parkinson

Il tremore essenziale, una malattia neurologica che di solito ha una natura ereditaria, colpisce oltre 41 milioni di persone in tutto il mondo e si pensa che provenga dal nucleo di Vim del talamo – una parte del cervello responsabile del coordinamento e del controllo dell’attività muscolare.

La malattia di Parkinson causa anche movimenti incontrollati ma differisce dal tremore essenziale nelle parti del corpo colpite dalla malattia, coinvolge anche le gambe e il mento, i tempi del tremore e altre condizioni emergenti correlate alla malattia come rigidità e lentezza motoria.

Il dispositivo di Insightec

Per ridurre questi sintomi, Insightec ha sviluppato Exablate Neuro, un trattamento che consente ai neurochirurghi di eseguire un intervento chirurgico al cervello senza incisioni per alleviare il tremore associato al tremore essenziale e alla malattia di Parkinson.

Il dispositivo Exablate Neuro combina due tecnologie: ultrasuoni ad alta intensità e risonanza magnetica (MRI). I raggi ad ultrasuoni focalizzati ad alta intensità, che attraversano pelle, muscoli, grasso e ossa, sono usati per generare calore e ablazione del punto Vim, portando ad una riduzione generale del tremore.

Il vicepresidente marketing di Insightec, Xen Mendelsohn Aderka, spiega a The Times of Israel:

“Questa procedura è guidata dalla risonanza magnetica in modo da concentrarsi sull’area con estrema precisione al fine di evitare che il tessuto adiacente sano venga bruciato, mentre allo stesso tempo controlla la variazione termica nell’area in questione”.

Eventuali effetti collaterali delle onde sonore possono includere il solletico in aree specifiche e vengono utilizzati come indicatore della regolazione della messa a fuoco delle onde ultrasoniche.

Durata del trattamento

Dopo il trattamento con Exablate Neuro, la risonanza magnetica viene nuovamente utilizzata per confermare l’area di ablazione. L’intera procedura dura da due a tre ore, con la dimissione dei pazienti nello stesso giorno.

Il trattamento messo a punto da Insightec non è invasivo, non vi è alcun rischio di infezione e vi è un rapido recupero, in quanto non vi è alcun danno al tessuto collaterale.

Insightec è stata fondata nel 1999 e ha sede centrale a Tirat Carmel, in Israele, con uffici a Dallas, Miami, Tokyo e Shanghai.

RetweeTech