Startup israeliana sviluppa dispositivo per rilevare lo scompenso cardiaco in tempo reale

Startup israeliana sviluppa dispositivo per rilevare lo scompenso cardiaco in tempo reale

La startup israeliana CorAlert sta sviluppando un dispositivo per rilevare e monitorare lo scompenso cardiaco in tempo reale, misurando la pressione telediastolica del ventricolo sinistro (LVEDP).

In quasi tutte le persone con insufficienza cardiaca, la pressione diastolica finale del ventricolo sinistro è elevata e la sua misurazione comporta una procedura invasiva, come ad esempio il catetere cardiaco o la stima della pressione dell’ecocardiogramma Doppler.

Il sistema messo a punto dalla startup che fa parte del portfolio della Trendlines Group, un’azienda di commercializzazione dell’innovazione con sede a Ramat Gan in Israele, è a basso costo, facile da usare e non invasivo.

Il dispositivo CorAlert stima accuratamente la LVEDP in base all’analisi della pressione aortica centrale e alla misurazione dei battiti cardiaci. È composto da una pompa intelligente che viene posizionata sul braccio, un sensore da posizionare sul torace e il software proprietario di CorAlert per stime accurate e analisi della LVEDP.

I sensori forniscono dati sul battito cardiaco e sulla pressione da cui può essere stimata con precisione la pressione diastolica finale del ventricolo sinistro utilizzando un’unica formula matematica.

CorAlert rappresenta un nuovo approccio nella pratica della cardiologia che migliorerà in modo significativo l’assistenza sanitaria ai pazienti e ridurrà i costi ospedalieri.

L’insufficienza cardiaca si verifica quando il muscolo cardiaco si indebolisce. Di conseguenza, il cuore lotta per soddisfare i bisogni del corpo. Questa condizione si manifesta in mancanza di respiro, stanchezza e improvviso aumento di peso.

Nelle sue fasi iniziali, lo scompenso cardiaco spesso non viene rilevato, man mano che progredisce può causare edema polmonare, ospedalizzazione o morte.

Sia il tasso di mortalità che l’alto costo del trattamento dello scompenso cardiaco sono dovuti alla difficoltà di valutare le condizioni del paziente in tempo reale, il che può portare a diagnosi errate.

La startup CorAlert è stata fondata dall’ingegnere Amir Marmor insieme al padre, il dottor Alon Marmor, professore di cardiologia alla Bar-Ilan University.

RetweeTech