Startup israeliana sviluppa dispositivo non invasivo per le manovre di intubazione

Startup israeliana sviluppa dispositivo non invasivo per le manovre di intubazione. La startup israeliana Guide In Medical ha ricevuto circa 2 milioni di shekel dalla ditta farmaceutica locale CTS Group e da investitori privati, per sviluppare ulteriormente il dispositivo ideato per facilitare le procedure di intubazione.

Il dispositivo è stato sviluppato per aiutare i professionisti medici nella complessa procedura di intubazione, in cui un tubo è inserito nella trachea per facilitare la ventilazione del paziente.

L’intubazione è una procedura medica cruciale e sono circa 50 milioni le procedure effettuato ogni anno in tutto il mondo.

Il processo di inserimento di un tubo nella trachea di un paziente richiede un alto grado di abilità e precisione per l’inserimento rapido. Se fatto impropriamente, il risultato potrebbe essere fatale.

Guide In Medical ha sviluppato un dispositivo non invasivo, che è posto sul collo del paziente e trasmette la luce nei tessuti, illuminando l’interno della gola. Questo rende più facile per l’equipe medica l’individuazione della trachea, utilizzando un videolaringoscopio – un dispositivo con una videocamera – che può facilmente guidare il medico nell’inserimento del tubo durante la procedura di intubazione. Il dispositivo è monouso, e il suo costo stimato è di 35 dollari per unità.

Il dispositivo è attualmente in fase di analisi per l’approvazione da parte dell’Unione Europea, che dovrebbe essere completata entro marzo 2017. La società si aspetta che entro la fine dell’anno possa ricevere anche l’approvazione da parte della Food and Drug Administration.

La tecnologia è stata sviluppata nell’ambito del programma di imprenditorialità di bio-design dell’Università Ebraica di Gerusalemme con la collaborazione dell’Hadassah Medical Center.

RetweeTech