Startup israeliana mira a rendere gli ospedali più sicuri

Startup israeliana mira a rendere gli ospedali più sicuri. La startup israeliana Art Medical ha sviluppato una soluzione progettata per ridurre la mortalità tra i pazienti attaccati ad un respiratore e alimentati attraverso i tubi.

Art Medical ha raccolto 20 milioni di dollari ed è specializzata in tubi intelligenti per i pazienti in terapia intensiva. Recentemente ha presentato la sua piattaforma di tubi intelligenti basati su sensori per la raccolta dei dati del paziente, riducendo il rischio di complicanze mediche.

Il reflusso in pazienti intubati può causare polmoniti e polmoniti associate alla ventilazione meccanica (VAP). Entrambe sono complicazioni pericolose per i pazienti che comportano un maggiore rischio di mortalità. Pertanto, il reflusso gastrico e la saliva devono essere identificati in tempo reale e trattati immediatamente. Ad esempio, anche il cibo assorbito nei polmoni può portare ad un’infezione polmonare, seguita da morte. In terapia intensiva, infermieri e medici sono tenuti a monitorare costantemente i pazienti al fine di individuare quegli eventi e ridurre al minimo le loro complicazioni. Fino ad oggi, questa attività viene fatto manualmente e spesso manca di interventi tempestivi.

Con la piattaforma di Art Medical, tutti i parametri sono monitorati continuamente e in caso di anomalie parte un avviso automatico ed immediato.

In tempi brevi inizierà la sperimentazione clinica, vi terremo informati.

RetweeTech