Sea-Bulance: il servizio di salvataggio in acqua del Magen David Adom

Sea-Bulance servizio salvataggio acqua Magen David Adom

“Sea-Bulance” è il nuovo servizio per assistere le persone che in acqua hanno bisogno di cure mediche urgenti o di essere salvate, inaugurato dal Magen David Adom (MDA) israeliano.

Il servizio opera attualmente nel Mar di Galilea, un lago di acqua dolce nel nord di Israele, conosciuto come Kinneret. La barca può raggiungere una velocità fino a 35 nodi (oltre i 60 km/h) e può viaggiare da un lato del lago in soli 10 minuti.

L’imbarcazione è equipaggiata con strumenti medici avanzati tra cui un defibrillatore, un’apparecchiatura di ventilazione e una barella, e può trasportare fino a sei persone.

Come riportato da Nocamels, il Magen David Adom ha spiegato:

“Il servizio Sea-Bulance permette ai paramedici di arrivare con attrezzature mediche avanzate dai pazienti mentre sono ancora nelle acque del lago, risparmiando così minuti critici, rispetto ai casi in cui la persona ferita riceve cure mediche solo quando raggiunge la riva”.

L’estate scorsa i medici del Magen David Adom hanno assistito oltre 160 persone salvate nelle acque di tutto il paese.

Il capo della MDA Immediate Response Force, Yossi Halabi, ha dichiarato:

“La barca è progettata per fornire assistenza medica a tutti coloro che hanno bisogno di noi sulla spiaggia e soprattutto in acqua, comprese le persone in pericolo di vita, che si trovano su una barca e si sentono male o che sono state ferite in un incidente navale. La prua della barca si apre e consente di portare la vittima alla barca velocemente e facilmente”.

Il Sea-Bulance è già stato usato in diverse occasioni durante la scorsa settimana per curare un uomo che ha sofferto di una grave reazione allergica, un uomo che si è sentito male in acqua, un surfista in difficoltà e un giovane donna che è stata ferita durante una crociera. La barca è stata utile anche nel salvataggio di un uomo e dei suoi nipoti che erano rimasti bloccati a molte miglia di distanza dalla costa a causa del malfunzionamento tecnico della loro imbarcazione, e nella ricerca di un uomo che si temeva fosse affogato in acqua.

Il direttore generale di Magen David Adom, Eli Bin, ha affermato:

“L’organizzazione ha costantemente pensato a come poteva salvare vite umane. Con servizio Sea-Bulance siamo in grado di fornire cure mediche in acqua, nei casi in cui ogni minuto è fondamentale”.

La barca è stata acquistata con una donazione.

RetweeTech