Scienziati israeliani sviluppano robot-serpente per analizzare l’intestino

Scienziati israeliani sviluppano robot-serpente per analizzare l’intestino. Un piccolo, robot ingeribile che si snoda attraverso l’intestino tenue, potrebbe un giorno essere usato per visualizzare attivamente il sistema digestivo. Gli scienziati israeliani dell’Università Ben Gurion hanno sviluppato SAW, un robot che avrà la capacità di spostarsi avanti e indietro nell’intestino, grazie alla sua esclusiva locomozione ondulata.

Questa nuova tecnologia sarebbe in grado di analizzare il tubo digerente con una piccola telecamera collegata al robot simile ad un serpente, secondo un recente report pubblicato su Live Science.

Queste le parole dell’ingegnere meccanico David Zarrouk:

La forma esterna del robot è una proiezione 2D di un’elica rotante. Il risultato è un’onda in continuo movimento. Possiamo semplicemente invertire la direzione invertendo il senso di rotazione del motore.

Mentre la versione demo nel suo stato attuale è ancora troppo grande per essere utilizzato per analizzare l’interno del corpo umano, il robot continua ad essere utilizzato per effettuare test.

La capacità di deglutire l’adattamento miniaturizzato del robot porterà ad una svolta rivoluzionaria negli esami effettuati mediante colonscopia. Le procedure odierne sono effettuate tramite l’inserimento di un tubo flessibile con una telecamera collegata fino ano del paziente, ma questa tecnica può solo analizzare l’intestino crasso.

Il team spera di creare un robot ingeribile che possa “trasportare” una macchina fotografica attraverso l’intestino tenue ed ha cercato ispirazione nel mondo naturale. I serpenti si muovono strisciando e la stessa tecnica può essere adattata ad uno strumento con un design abbastanza semplice che utilizza un solo motore. Il robot serpente è fatto da un insieme di pezzi ad incastro stampati in 3D che somigliano a vertebre. Nei test, sembra muoversi incredibilmente veloce e può attraversare una vasta gamma di terreni, dall’acqua al suolo roccioso.

Forse siamo di fronte ad una straordinaria rivoluzione per la medicina?

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter