Scienziati israeliani rigenerano con successo cuori danneggiati

Scienziati israeliani rigenerano con successo cuori danneggiati. Alcuni scienziati israeliani hanno isolato una molecola che favorisce la rigenerazione delle cellule del cuore, secondo i risultati di un nuovo studio pubblicato sulla rivista Nature. Una tale scoperta potrebbe offrire una speranza a milioni di persone che in tutto il mondo soffrono di malattie cardiovascolari.

Lo studio, condotto dal Weizmann Institute, in collaborazione con altri istituti in Israele e negli Stati Uniti, ha esaminato l’effetto di una proteina embrionale sulla rigenerazione del cuore adulto.

Mentre la rigenerazione del cuore nei mammiferi è stato osservata durante la fase prenatale, è praticamente impossibile per l’organo guarire dopo la nascita. Eventuali danni al cuore da quel punto in poi, attraverso attacchi di cuore o altre malattie, rimarranno per sempre.

Ancora peggio, le cellule del muscolo cardiaco sane, vengono sostituite da tessuto cicatriziale che pone ulteriori oneri per le rimanenti cellule sane.

I ricercatori hanno studiato una proteina chiamata Agrin, comune nel cuore del feto, che scompare rapidamente dopo la nascita. Essi credono che la proteina, che risiede nello spazio tra le cellule del cuore prenatale, controlli il processo di rigenerazione dei cardiomiociti.

Gli scienziati hanno estratto la Agrin dal cuore di topi appena nati, che mantengono la proteina per circa una settimana dopo la nascita, e l’hanno testata in diversi ambienti, restituendo dei risultati molto incoraggianti.

Queste le parole del Prof. Eldad Tzahor del Weizmann Intitute:

Chiaramente questa molecola regola una catena di eventi.

Il team ha ora iniziato gli studi pre-clinici su animali più grandi in Germania, in collaborazione con l’Università Tecnica di Monaco di Baviera.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter