Un satellite israeliano per connettere l’Africa a internet

Il 5 ottobre 2015, Mark Zuckerberg ha annunciato sulla sua pagina di Facebook lo sviluppo di un progetto satellitare in collaborazione con Eutelsat per dare accesso a internet anche alle zone remote dell’Africa sub-sahariana. Per questo progetto è stato selezionato il satellite israeliano AMOS-6 per l’alta capacità e velocità.

David Pollack, presidente di Spacecom, accoglie con favore la collaborazione per questo progetto:

La selezione di AMOS-6 riflette senza dubbio la qualità del satellite e la fiducia riposta in Spacecom. Siamo molto lieti di contribuire al successo di questa grande avventura.

Il satellite AMOS-6 è attualmente in costruzione e sarà lanciato in orbita nel 2016. L’obiettivo è quello di fornire una copertura Internet nell’area dell’Africa sub-sahariana.

Zuckerberg ha dichiarato:

L’infrastruttura esistente è inefficiente, occorre utilizzare nuove tecnologie.

Il Presidente di Eutelsat, Michel de Rosen, ha aggiunto:

Siamo entusiasti di collaborare con Facebook per questo nuovo progetto di fornire servizi Internet in Africa. Lavoriamo con Zuckerberg per questo progetto sin dalla fine del 2014 e siamo arrivati alla conclusione che per sviluppare la connessione Internet i Africa, i satelliti sono indispensabili.

Il satellite in questione è stato sviluppato dalla società israeliana IAI (Israel Aerospace Industies) per Spacecom. AMOS-6 offre una tecnologia satellitare più sofisticata attualmente in uso per accedere ad un costo ridotto anche in aree in cui la densità di popolazione medio-bassa.

RetweeTech