Right-Hear: la soluzione accessibile per non vedenti

Camminare in un edificio sconosciuto può essere una sfida o un’esperienza spiacevole per una persona ipovedente o non vedente. Right-Hear, una startup israeliana fondata da Idan Meir e Gil Elgrably con sede a Ra’anana, sta cambiando questa realtà permettendo ai non vedenti o alle persone con disabilità visive di essere completamente indipendenti mentre visitano un nuovo edificio o una area all’aperto.

Utilizzando la tecnologia iBeacon, un protocollo sviluppato da Apple, che identifica la posizione esatta di un utente all’interno di un edificio, anche se senza ricezione satellitare o GPS, l’app Right-Hear può addirittura dare indicazioni verbali su come arrivare in un determinato luogo fornendo anche una funzione di assistenza dal vivo, che consente all’utente di richiedere aiuto se necessario.

RightHear dispone di quattro funzionalità principali:

  1. Avviso della posizione;
  2. Informazioni aggiuntive sull’ambiente;
  3. Fornisce indicazioni verso una specifica località richiesta;
  4. Richiesta di aiuto audio ovunque.

Piano piano Right-Hear ha migliorato oltre 100 luoghi in Israele, trasformandoli in ambienti più confortevoli per gli utenti affetti da disabilità. Tra i locali che hanno già installato questa soluzione innovativa vi sono alcuni dei luoghi più famosi del Paese come il Centro Commerciale Azrieli, l’Open University ed il Weizmann Institute.

Queste le parole di Idan Meir:

La nostra soluzione come azienda non è quella di correggere la cecità nei paesi in tutto il mondo, ma di dare un servizio di accessibilità diverso da qualsiasi altro disponibile sul mercato. Stiamo cercando di dare al non vedente la possibilità di “vedere” con uno strumento che possa essere utilizzato per creare una vita migliore e più indipendente.

RightHear è disponibile per Android e iOS.

RetweeTech