Ricercatori israeliani studiano le cellule che rendono difficili le prime gravidanze

Ricercatori israeliani studiano le cellule che rendono difficili le prime gravidanze

I ricercatori israeliani dell’Hadassah Medical Center di Gerusalemme hanno scoperto il motivo per cui per le donne la seconda gravidanza è più facile della prima.

Lo studio del team di scienziati si focalizza sulle “cellule killer naturali”, chiamate così per la loro capacità di eliminare i tumori e le cellule patogene infette, che fanno parte del sistema immunitario del corpo. Queste stesse cellule killer naturali sono abbondanti nella decidua, la mucosa che riveste l’utero durante la gravidanza.

Le cellule da un lato aiutano a proteggere l’embrione e a garantirne lo sviluppo, dall’altro possono causare problemi e sono uno dei motivi che provocano gli aborti ricorrenti.

Come spiega a ISRAEL21C il prof. Simcha Yagel, a capo del gruppo di ricercatori:

“Le cellule killer naturali possono provocare gli aborti in quanto un feto è considerato come un parassita o un tumore che ha invaso il tessuto della madre. In pratica ottiene ossigeno e sostanze nutritive dalla madre. Quindi il più delle volte, le cellule svolgono la loro principale funzione immunitaria”.

Queste cellule possono però anche fare del bene, i ricercatori hanno infatti scoperto che migliorano le possibilità che un bambino nasca sano, perché producono proteine che supportano la gravidanza.

Il meccanismo è complesso – aggiunge il prof. Yagel – quindi non dovremmo chiamarle cellule killer naturali, ma cellule di costruzione naturale”.

La svolta più sorprendente è che le cellule killer naturali hanno memoria. Il team di scienziati israeliani ha scoperto che le cellule di costruzione naturale dopo la prima gravidanza migliorano la formazione o la disposizione della placenta.

L’obiettivo finale della ricerca “è di sviluppare un test per lo screening dei fattori di rischio che incidono sulla prima gravidanza”.

Il team spera infatti di comprendere al più presto come funzionano le cellule killer naturali, così da capire cosa accade nelle prime gravidanze e riuscire ad indicare un trattamento adeguato che possa evitare eventuali aborti.

RetweeTech