Ricercatori israeliani scoprono vulnerabilità nel gioco online Fortnite

Check Point Israele siliconwadi

I ricercatori della società israeliana di sicurezza informatica Check Point Software Technologies Ltd. hanno dichiarato di aver trovato “vulnerabilità nel sistema di sicurezza” di Fortnite, un popolare videogioco online.

La vulnerabilità è stata individuata nella fase di login del gioco e avrebbe consentito agli hacker di rilevare l’account di qualsiasi utente, visualizzare le informazioni sull’account personale, acquistare valuta virtuale, intercettare le chat in-game e le conversazioni a casa.

I ricercatori israeliani hanno avvisato il creatore del gioco, Epic Games, uno sviluppatore di videogame statunitense, e il difetto è stato riparato.

Come spiegano i ricercatori di Check Point Research sul loro blog, Fortnite è giocato da quasi 80 milioni di persone in tutto il mondo e ha un valore aziendale molto elevato. Proprio questa popolarità potrebbe aver già attirato l’attenzione dei cyber criminali intenzionati a ingannare insospettabili giocatori.

Check Point Israele siliconwadi

Check Point ha segnalato a Epic Games la vulnerabilità a novembre e l’azienda ha risolto la problematica a dicembre.

Check Point, come riporta The Times of Israel, ha detto che non è chiaro se gli utenti siano stati violati sfruttando la vulnerabilità che i ricercatori israeliani hanno riscontrato, che è la più grande identificata fino ad oggi. Vi sono però molti utenti che in alcune chat online sostengono di essere state violate tramite Fortnite.

I ricercatori del Check Point hanno dichiarato che le organizzazioni con portali online rivolti ai clienti devono effettuare controlli di convalida adeguati sulle pagine di login a cui gli utenti chiedono di accedere.

RetweeTech