Ricerca israeliana: Scoperta nanotecnologia per personalizzare la medicina contro il cancro

ricerca-israeliana-scoperta-nanotecnologia-per-personalizzare-la-medicina-contro-il-cancro

Ricerca israeliana: Scoperta nanotecnologia per personalizzare la medicina contro il cancro. Piccoli “codici a barre”, fatti di DNA sintetico possono aiutare a determinare l’idoneità dei farmaci antitumorali, specifici per uno determinato paziente prima ancora che il trattamento inizi. Questo è ciò che emerge da uno studio israeliano recentemente pubblicato nella rivista Nature Communications.

La nuova tecnologia diagnostica è stata sviluppata dai ricercatori del Technion di Haifa.

Il mondo medico si sta ora spostando verso la medicina personalizzata, ma i trattamenti su misura in base alle caratteristiche genetiche del paziente, non sempre concedono una previsione accurata di quale medicinale sia adatto per ogni paziente. Noi, però, abbiamo sviluppato una tecnologia che integra questo campo.

Insieme al dottorando Zvi Yaari e ad altri ricercatori, il Prof. Schroeder ha creato ciò che equivale a una cassetta di sicurezza, una sorta di laboratorio in miniatura nel corpo di ogni paziente per esaminare l’efficacia di un farmaco specifico in quel singolo paziente.

Questa tecnologia inserisce sequenze di DNA sintetico in farmaci antitumorali, che poi vengono inseriti in nanoparticelle appositamente progettate per bombardare il tumore. Dopo 48 ore con una biopsia è possibile leggere l’attività di ciascun farmaco come se fosse un “codice a barre”.

team-ricerca-technion-codici-a-barre-farmaci-contro-il-cancro

I ricercatori israeliani stanno attualmente lavorando con i farmaci registrati come farmaci antitumorali, ma in linea di principio, si può verificare una batteria di farmaci per ogni paziente e scoprire quale sia il farmaco più efficace per curare la sua malattia.

Come ha spiegato il Prof. Schroeder:

È un po’ come un test per le allergie, in cui semplici test ci forniscono il profilo allergologico di una persona specifica.

In altri termini, nel laboratorio israeliano è stato sviluppato un semplice test che fornisce un profilo della risposta del paziente al farmaco designato. Questo metodo consente di verificare l’efficacia di diversi farmaci contemporaneamente sul paziente, in dosi minime e che non comportano alcun pericolo per la salute. Sulla base dei risultati del test, viene selezionato il farmaco più efficace per il paziente specifico.

Attualmente gli esperimenti sono stati condotti su topi di laboratorio con carcinoma mammario, che non rispondono bene al trattamento standard.

Questa tecnologia fornisce una nuova finestra di informazioni fondamentali sui meccanismi del cancro e della resistenza ai vari farmaci. La nuova tecnologia è stata brevettata e ora ci sono discussioni in merito alla sua commercializzazione. Conclude Schroeder:

È vero che ci vorrà molto più lavoro per trasformare il nostro studio in un prodotto che sia a disposizione del pubblico, ma credo che lo vedremo negli ospedali nel giro di pochi anni.

Lo studio è stato finanziato da una sovvenzione da parte dell’Unione europea, dell’Israel Science Foundation e dell’Israel Cancer Association.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter