Parkinson: sviluppato dispositivo che segnala in anticipo la malattia tramite il respiro

Parkinson: sviluppato dispositivo che segnala in anticipo la malattia tramite il respiro

Analizzando il respiro è possibile rilevare l’insorgenza precoce del morbo di Parkinson. Questo processo è possibile grazie al nuovo dispositivo sviluppato da un team di ricercatori del Technion – Institute of Technology.

Il respiro, come sostengono i ricercatori israeliani in un articolo pubblicato sulla rivista di neuroscienze ACS, è la fonte più accessibile e utile per il monitoraggio della salute e dei disturbi.

Il team israeliano, guidato dal Prof. Hossam Haick del Dipartimento di Ingegneria Chimica e dell’Istituto di Nanotecnologia Russell Berrie del Technion, ha intrapreso una ricerca per scoprire se un etilometro potrebbe aiutare a identificare i pazienti che hanno uno stadio avanzato della malattia di Parkinson.

Il morbo di Parkinson è una condizione degenerativa che colpisce i neuroni produttori di dopamina in un’area del cervello. La dopamina, una sostanza chimica, è responsabile del coordinamento del movimento. I sintomi della malattia si sviluppano gradualmente nel corso degli anni, facendo sì che i pazienti sperimentino tremori alle mani, rigidità degli arti e problemi nell’andatura e nell’equilibrio. E anche se non c’è cura, la malattia viene trattata affrontando i sintomi con farmaci dopaminergici.

Gli scienziati israeliani stanno cercando di trovare i modi per identificare i bio-marcatori che possono portare a una diagnosi precoce della malattia, dal momento che le persone con Parkinson iniziano a manifestare i sintomi in una fase avanzata della malattia, quando un numero considerevole di neuroni sono già stati danneggiati.

Inoltre i ricercatori sperano che vengano sviluppati dei trattamenti personalizzati che possano aiutare a rallentare la progressione della patologia.

Il team multidisciplinare di Technion di Haifa, di cui fanno parte ingegneri elettrici, chimici e ricercatori medici, come riporta il quotidiano The Times of Israel, ha sviluppato un analizzatore del respiro costituito da sensori miniaturizzati che possono aiutare a rilevare l’insorgenza precoce della malattia e aiutare con il trattamento di follow-up.

Il dispositivo palmare 10x5x5 centimetri contiene un set di 40 sensori chimici che sono stati addestrati tramite algoritmi per rilevare specifici marker nel respiro che potrebbero segnalare l’insorgenza della malattia.

Anche se il dispositivo deve ancora essere migliorato e convalidato con studi più ampi, i ricercatori israeliani affermano che ha il potenziale di un piccolo sistema portatile per lo screening di individui a rischio senza la necessità di strumenti analitici costosi e di grandi dimensioni o di specialisti altamente qualificati.

RetweeTech