Orcam, la tecnologia israeliana che dona una speranza ai non vedenti

Orcam, la tecnologia israeliana che dona una speranza ai non vedenti. OrCam è una startup israeliana con sede a Gerusalemme che utilizza l’intelligenza artificiale per migliorare la vita di ipovedenti, non vedenti e persone con disabilità di lettura.

Il dispositivo si chiama MyEye e può dettare qualsiasi testo stampato o trasmettere discretamente informazioni a chi lo indossa, attraverso un altoparlante personale. La tecnologia è formata da una telecamera intelligente, leggera e discreta, che viene montata sul telaio degli occhiali dell’utente. Il piccolo dispositivo viene poi collegato ad un’unità base dalle dimensioni di un cellulare.

OrCam è stata fondata nel 2010 dal Prof. Amnon Shashua e dal CEO Ziv Aviram, che svolgono gli stessi ruoli presso Mobileyela società israeliana che Intel ha acquistato per 15 miliardi di dollari.

Abbiamo creato un software che aiuta le persone a leggere, a riconoscere i volti, i prodotti, i soldi ed i segnali stradali – tutto ciò in un unico dispositivo.

Durante la progettazione del prodotto, gli ingegneri dell’azienda israeliana hanno dovuto superare una serie di sfide, tra cui: rendere la tecnologia indossabile, fornire una batteria con lunga durata e garantire una facilità d’uso. Il tutto è stato brillantemente superato, perché per ottenere le informazioni l’utente deve solo premere un pulsante e la telecamera intelligente fotografa l’oggetto di fronte all’utente e legge il testo ad alta voce nel suo orecchio.
Il MyEye ed il MyReader, che ha solo la funzione di lettura, sono disponibili per l’acquisto in diversi paesi, e operano in inglese, spagnolo, francese, tedesco, italiano ed ebraico. I dispositivi saranno presto in grado di leggere l’arabo, russo, norvegese, svedese, olandese, portoghese, danese e alcune lingue asiatiche.

Gli ingegneri di OrCam stanno anche lavorando su una nuova tecnologia chiamata MyMe – un altro piccolo dispositivo che può essere agganciato ad un indumento e che fornirà le informazioni utili sulle attività quotidiane degli utenti, tra cui il riconoscimento facciale.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter