Optune: l’innovativo dispositivo utilizzato nel trattamento del tumore al cervello

Israele - Optune l'innovativo dispositivo utilizzato nel trattamento del tumore al cervello

Il glioblastoma è il tumore cerebrale primario più comune e aggressivo. Il tempo medio di sopravvivenza dopo l’intervento combinato con radioterapia e chemioterapia (il trattamento standard fino ad oggi) è di sole 70 settimane.

Nella maggior parte dei pazienti, il tumore ritornerà dopo il trattamento. In tali casi, possono essere eseguiti ripetuti interventi chirurgici, radioterapia, chemioterapia o altri trattamenti sperimentali.

In pratica, a causa della mancanza di un trattamento efficace per questo tumore, molti esperti ritengono che, dopo una recidiva della malattia, non vi sia spazio per ulteriori trattamenti.

Novocure ha scoperto un altro modo per curare il cancro, ha sviluppato una tecnologia che crea campi elettromagnetici che interferiscono con la capacità delle cellule tumorali di dividersi e moltiplicarsi, bloccando la loro crescita.

Il dispositivo si chiama Optune, è portatile ed indossabile ed è stato approvato dalla FDA per il trattamento del glioblastoma (un tipo di tumore al cervello).

Il device è stato ideato nel 2000 dal prof. israeliano Yoram Palti, fondatore dell’azienda Novocure che ha uffici per lo sviluppo delle innovazioni ad Haifa.

L’idea alla base dello sviluppo è che le molecole nel corpo hanno una carica elettrica che può essere manipolata. I trasduttori sono collegati alla testa del paziente e forniscono correnti elettriche alternate. Il risultato del campo elettrico porta alla divisione anormale delle cellule tumorali e quando le nuove cellule si dividono in modo improprio, muoiono.

Gli ultimi lavori di ricerca, come si legge in un articolo di YnetNews, provengono dalla conferenza europea sulla Neuro-oncologia a Stoccolma, svoltasi poche settimane fa. Alla conferenza è stato illustrato un caso di completa scomparsa del tumore canceroso nel cervello in seguito alla terapia con Optune, nei casi in cui non era possibile rimuovere chirurgicamente l’intero tumore.

I casi in cui il tumore non può essere completamente rimosso chirurgicamente sono considerati i più difficili con possibilità di sopravvivenza molto basse. Nei tre casi presentati, è stata osservata una completa scomparsa del tumore canceroso dopo il trattamento con la tecnologia Optune.

Il monitoraggio delle condizioni dei pazienti è durato tra i sette e i quaranta mesi dall’inizio del trattamento e continuano i risultati positivi del trattamento.

Il Prof. Tali Siegel, presidente del forum di neuro-oncologia e un oncologo neurobiologico all’ospedale Beilinson del Rabin Medical Center di Petah Tikva, ha affermato:

“Esiste il trattamento standard che include radiazioni e chemioterapia e questo è tutto ciò che la medicina moderna ha da offrire a questi pazienti, quindi c’è stato un’enorme entusiasmo quando gli studi hanno indicato che l’uso del dispositivo ha portato a un’estensione dell’aspettativa di vita”.

Per trarre beneficio dal trattamento con il dispositivo, i pazienti devono indossare Optune, che è simile ad una calotta, sette giorni su sette, 24 ore al giorno.

Eilon Kirsson, direttore scientifico e responsabile ricerca e sviluppo di Novocure, sviluppatore di Optune, ha spiegato:

“Nonostante il suo impatto sulle cellule tumorali, la nuova tecnologia non interferisce con l’attività elettrica nel cervello e non danneggia il tessuto sano. Questa tecnologia ha cambiato il corso naturale del glioblastoma e ha portato a una situazione in cui non tutti i pazienti muoiono”.

RetweeTech