Neurosteer: il dispositivo che monitora l’attività cerebrale in tempo reale

Israele Neurosteer dispositivo attività cerebrale

Neurosteer è il primo monitor, indossabile, per il rilevamento e il controllo del cervello in tempo reale. Il monitoraggio può essere eseguito 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Combinando neuroscienze avanzate e machine learning proprietario, Neurosteer registra l’attività cerebrale, interpreta le dinamiche cerebrali e rileva emozioni, stati neurologici, impegno, attenzione e intenzioni in tempo reale.

È uno strumento essenziale per il monitoraggio dei pazienti con disturbi neurologici e viene utilizzato in ospedale, centri di riabilitazione e a casa.

Questa invenzione israeliana, attualmente in sperimentazione clinica in Israele, Europa e Stati Uniti, migliora l’esperienza del paziente rispetto all’elettroencefalografo a elettrodi multipli (EEG) e alla risonanza magnetica funzionale (esami fMRI).

Come funziona il dispositivo

Neurosteer è economico, portatile e non invadente, e richiede solo una striscia adesiva a tre elettrodi posta sulla fronte e collegata a un dispositivo tascabile che trasmette in modalità wireless i dati del sensore a un server conforme all’HIPAA basato su cloud

Il dispositivo, come riporta Israel21C, può essere utilizzato clinicamente per la valutazione iniziale dei disturbi neurologici e poi come parte della normale routine quotidiana del paziente per vedere gli effetti del trattamento.

Neurosteer dispositivo Israele cervello

Grazie ad algoritmi che decompongono il singolo canale EEG in oltre 100 componenti, il medico vede una mappa in tempo reale dell’attività cerebrale su cui il blu rappresenta attività debole e il rosso rappresenta attività forte.

I biomarcatori mostrano parametri quali il carico cognitivo, gli stati emotivi, lo stress, il dolore, l’attività epilettica, i disturbi della coscienza, le fasi del sonno e il livello di anestesia – e potrebbero anche essere utilizzati dalle case farmaceutiche per semplificare lo sviluppo e la scoperta dei farmaci.

Quest’anno è prevista l’approvazione dell’FDA sul dispositivo Neurosteer per il monitoraggio neurodegenerativo o dell’epilessia.

Neurosteer, sviluppato dall’omonima società con sede a Herzliya, è il risultato di esperimenti che il professore di informatica e neuroscienze Nathan Intrator della Tel Aviv University ha iniziato circa 12 anni fa alla ricerca di un nuovo metodo di interpretazione dei dati (EEG).

Quando utilizzare Neurosteer

Secondo il prof. Intrator, la tecnologia potrebbe anche essere utilizzata in ospedale per inviare un allarme prima che ci sia un grave danno da ictus, coaguli di sangue, epilessia o altre malattie neurologiche.

Per esempio, l’epilessia post-traumatica può svilupparsi rapidamente dopo una lesione cerebrale traumatica e può danneggiare ulteriormente il cervello.

Il neurologo dottor Steven Laureys, responsabile del Coma Science Group presso il Sart Tilman Liège University Hospital in Belgio, da un paio d’anni testa il Neurosteer su pazienti in coma in tutta Europa. Utilizza varie tecniche di neuroimmagine per ridurre l’incertezza sulla loro attività cerebrale.

RetweeTech