Nei laboratori del Technion di Haifa si combattono le sfide mediche di domani

Nei laboratori del Technion di Haifa si combattono le sfide mediche di domani. Il Technion – Israel Institute of Technology – è costantemente classificato tra le migliori università di ricerca scientifica e tecnologica del mondo, ed è il primo ateneo di Israele. Dalla sua fondazione nel 1912, l’istituto ha formato generazioni di ingegneri, architetti e scienziati che hanno svolto un ruolo fondamentale nella posa dell’infrastruttura dello Stato di Israele e nella creazione di importanti industrie di alta tecnologia.

All’interno del vasto panorama didattico che il Technion offre, vi è una facoltà in particolare che giorno dopo giorno vuole combattere le sfide mediche di domani, la Biomedical Engineering (Ingegneria Biomedica), un campo che sta prendendo sempre più piede in Israele e nel mondo.

L’Ingegneria Biomedica comprende un ampio spettro di attività in cui le conoscenze e gli strumenti utilizzati nelle discipline di ingegneria tradizionali vengono applicate allo sviluppo di dispositivi e sistemi per la diagnosi, alla terapia clinica e alla ricerca delle basi fisiologiche e biologiche delle malattie umane. Con l’aumento dell’aspettativa di vita e l’importanza della qualità della vita nei paesi sviluppati, c’è una domanda crescente di prodotti e servizi ad alto livello sanitario. Per soddisfare queste esigenze, l’industria biomedica si sta sviluppando ad un ritmo accelerato ed è attualmente uno dei settori leader delle industrie high-tech.

Il laboratorio di Cardiovascular Nanomed Engineering ad esempio, è concentrato sugli aspetti ingegneristici della biologia vascolare, con particolare attenzione all’interazione tra emodinamica, fisiologia vascolare e fenomeni di sviluppo delle malattie vascolari. L’obiettivo a lungo termine di questa ricerca è quello di consentire una migliore comprensione delle caratteristiche delle malattie vascolari e di sfruttare questa conoscenza per sviluppare approcci terapeutici innovativi.

Nel laboratorio di Biomedical Optics, guidato dal Prof. Dvir Yelin, si studiano le applicazioni delle ottiche avanzate per affrontare alcune delle sfide cliniche di oggi e domani. I principali progetti di ricerca includono lo sviluppo di strumenti diagnostici minimamente invasivi e nuovi approcci terapeutici contro il cancro che prevedano tossicità ed effetti collaterali minimi.

RetweeTech