Moxo: un test per valutare la sindrome da deficit di attenzione

moxo test valutazione sindrome da deficit attenzione e iperattività

Molte aziende israeliane studiano continuamente opzioni per il trattamento della Sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), ma ce ne è una in particolare che ha messo a punto una tecnologia che aiuta i medici a diagnosticare e monitorare con più facilità i problemi di attenzione.

Il sistema Moxo Analytics della Neurotech Solution Ltd, fornisce una sorta di test con relativi punteggi, che permette di valutare con più precisione il paziente che soffre di questo disturbo.

Moxo possiede già il marchio CE dell’Unione Europea. Secondo recenti studi l’incidenza a livello mondiale di ADHD è tra 5.29 e 7.1  percento nelle persone sotto i 18 anni.

L’azienda è stata fondata da tre imprenditori con un interesse personale verso l’ADHD, unendo approccio creativo e innovazione. Questi due elementi hanno dato vita a test Moxo, uno strumento di nuova generazione per migliorare la procedura di valutazione ed il trattamento del caso clinico in questione.

Moxo è stato progettato per simulare l’ambiente quotidiano in cui le informazioni vengono veicolate tramite computer, tablet e smartphone, presentando alla persona in fase di test una serie di elementi chiamati “distrattori”, sia uditivi che visivi.

moxo test valutazione sindrome da deficit attenzione

Dopo il test è possibile fornire un quadro dettagliato di come un individuo risponde alle distrazioni, questi risultati consentono a professionisti, neurologi, psichiatri, pediatri e psicologi di fornire raccomandazioni su come migliorare le attività quotidiane dell’individuo.

Per esempio, se Moxo mostra che l’attenzione del bambino in fase di test viene compromessa principalmente da “distrattori” visivi, un medico può raccomandare all’insegnante che il bambino sia seduto nei primi banchi della classe.

Il test è basato su immagini, non ha componenti linguistiche né numeriche e può essere utilizzato in qualsiasi paese, motivo per cui è un valido aiuto per evitare diagnosi errate di disturbi da apprendimento.

Dopo ogni test il sistema genera automaticamente diversi report dettagliati che forniscono un profilo di attenzione misurabile con dei dati come: attenzione, iperattività, impulsività. Tutti i dati sono analizzati tenendo in considerazione l’età ed il genere del paziente. Il test Moxo è online e può essere utilizzato per monitorare le prestazioni di un paziente dopo l’assunzione di un farmaco, di un trattamento o di una terapia cognitivo-comportamentale.

La tecnologia israeliana a servizio di coloro che hanno difficoltà nell’apprendimento non si ferma, perché numerosi studi dimostrano che molti bambini con “bisogni speciali” faticano a trovare la motivazione per sottoporsi alle terapie. La redazione di siliconwadi.it aveva parlato anche di Timocco, un gioco virtuale, che si pensa possa essere la soluzione per accelerare lo sviluppo delle capacità motorie e cognitive attraverso attività ludiche. I giochi di Timocco sono progettati per bambini affetti da Sindrome da Deficit di attenzione e Iperattività (ADHD), autismo, paralisi cerebrali e difficoltà di apprendimento rendendo la terapia un momento di gioia e divertimento. L’azienda lavora con genitori, educatori e terapisti e distribuisce i suoi giochi tramite un abbonamento online.

Come Timocco c’è anche MyndLift, una piattaforma che genera videogiochi per allenare il cervello. Ad esempio vi è una gara tra computer e utente la cui vittoria dipende dall’attenzione di quest’ultimo. Analogamente, l’illuminazione del display varia a seconda dell’attenzione dell’utente.

Moxo, in conclusione, può essere un valido aiuto come parte di una serie completa di ulteriori strumenti di valutazione.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter