Misurare i segni vitali di un paziente senza alcun contatto

Misurare i segni vitali di un paziente senza alcun contatto. Due scienziati, Zeev Zalevsky, professore di elettroottica presso l’Università Bar Ilan e Javier Garcia-Monreal, professore di fisica e ottica presso l’Università di Valencia in Spagna, hanno collaborato per circa 12 anni per sviluppare modi per misurare le minuscole “vibrazioni” nanometriche che il corpo emette.

Il risultato della loro ricerca è un modo rivoluzionario per monitorare i segni vitali dei pazienti senza alcun contatto fisico – stop a cavi, fili e tubi intrusivi.

Nel 2015, Zalevsky e Garcia-Monreal hanno formato una società, la ContinUse Biometrics, per commercializzare il proprio lavoro e portarlo a consumatori e professionisti sanitari.

Il prodotto ContinUse Biometrics è costituito da un laser e da una telecamera estremamente precisa che può “leggere” la luce riflessa in una stanza ed estrarre da essa i cambiamenti e le specifiche nano vibrazioni provenienti da un paziente.

La combinazione del sensore laser con la fotocamera può monitorare:

  • Battito cardiaco e la pressione sanguigna;
  • Frequenza della respirazione e il suono polmonare;
  • Attività muscolare e anche i livelli di glucosio nel sangue.

Gli algoritmi del software proprietario analizzano i dati. L’hardware deve trovarsi nella stessa stanza del paziente, mentre il dispositivo di monitoraggio può essere ovunque, rendendo il sensore ContinUse Biometrics ideale per la telemedicina.

Infatti, il principale obiettivo di commercializzazione della società è quello di creare un sistema di monitoraggio per un paziente in convalescenza a casa con un collegamento diretto al medico o all’ospedale.

Il sensore biometrico può essere utilizzato con i pazienti anziani e con i neonati che hanno bisogno di un monitoraggio accurato e continuo. Naturalmente, lo stesso tipo di monitoraggio è importante anche in un ospedale.

Forse l’esempio più potente della natura non intrusiva di ContinUse Biometrics risiede nel fatto che può analizzare il sangue senza necessità di un campione effettivo.

Strabiliante risulta essere anche il prossimo obiettivo dell’azienda: integrare il sistema nelle auto, così se il livello dell’alcool nel sangue risulta essere superiore ai limiti consentiti, l’auto non si avvierà.

RetweeTech