Medici israeliani sviluppano metodo per monitorare i tumori senza radiazioni

Medici israeliani sviluppano metodo per monitorare i tumori senza radiazioni. Un team di medici dell’ospedale Hadassah di Gerusalemme hanno sviluppato un nuovo metodo per monitorare i tumori senza iniettare ai pazienti con sostanze radioattive o esporli a radiazioni ionizzanti.

Il metodo, dettagliato in uno studio recentemente pubblicato nella rivista Nature Communications, è stato sviluppato dal direttore del Center for Hyperpolarized MRI Molecular Imaging, Rachel Katz-Brull e dal suo team dell’Università Ebraica di Gerusalemme.

Katz-Brull ha dimostrato che usando una immagine che proviene dalla risonanza magnetica, il nucleo di un atomo di fosforo può allertare i medici di eventuali livelli sospetti di acidità nel corpo, rivelando così la possibile esistenza di un tumore. I ricercatori hanno utilizzato una tecnica speciale che ha permesso loro di identificare più facilmente il nucleo, rendendolo 10.000 volte più luminoso del normale.

Queste le parole di Katz-Brull:

Questo strumento diagnostico si riferisce all’attività metabolica delle cellule di un tumore o in un altro tessuto che può essere sospetto. Può fornire un modo migliore per determinare se i tumori sono maligni o benigni e aiutano a verificare l’efficacia del trattamento.

Il metodo innovativo consente di evitare una biopsia o altre procedure invasive per misurare i livelli di acidità del tessuto e anche per determinare se un tumore sia maligno o benigno senza che i pazienti subiscano radiazioni inutili o siano esposti a materiali radioattivi.

RetweeTech