L’israeliana Mobileye testa le sue auto a guida autonoma

L'israeliana Mobileye testa le sue auto a guida autonoma

La società israeliana Mobileye, con sede a Gerusalemme, ha iniziato a testare le sue auto a guida autonoma.

Il co-fondatore e CEO dell’azienda, prof. Amnon Shashua, a margine del Summit mondiale di Intel Capital in California, ha dichiarato ai giornalisti che i test delle auto autonome vengono eseguiti tutti i giorni sulle autostrade intorno alla capitale di Israele.

Mobileye, acquisita da Intel Corp., fino ad oggi non ha pubblicizzato che l’auto che viaggia sulle strade nei dintorni di Gerusalemme è autonoma per evitare che i pedoni o altre auto possano piazzarsi davanti al veicolo per sfidarlo.

I veicoli autonomi costruiti fino ad oggi da Intel e Mobileye sono in tutto 35, ma il numero è destinato a salire a 100.

A gennaio, Intel e Mobileye avevano presentato la prima auto autonoma dotata di 12 telecamere e sensori che forniscono al veicolo diversi campi di vista e gli consentono di muoversi nel traffico.

Il prof. Shashua durante il Summit ha mostrato un video in cui si vede l’auto che viaggia in mezzo al traffico intenso su un’autostrada israeliana, cambia corsia e bilancia gli aspetti della sicurezza con l’essere “abbastanza decisa” per poter procedere spedita su strada.

Il CEO di Mobileye nel corso del suo intervento, come riporta Times of Israel, ha affermato:

“Il segreto per il successo delle auto autonome è un equilibrio tra sicurezza e potenza. Inoltre da parte di veicoli autonomi è necessaria una guida decisa, altrimenti il traffico si blocca. L’industria dell’auto a guida autonoma deve definire i parametri di sicurezza e assicurare anche economie di scala, in modo che il “progetto scientifico” delle auto autonome diventi un’industria di produzione di massa”.

RetweeTech