Le unità di ricerca e soccorso israeliane in aiuto in tutto il mondo

Le unità di ricerca e soccorso israeliane in aiuto in tutto il mondo. Israele ha 13 organizzazioni di volontariato di soccorso pronte a mollare tutto per rispondere ai disastri locali o all’estero.

Quando l’Italia è stata colpita da un devastante terremoto lo scorso 24 agosto, ci sono volute solo 48 ore per l’organizzazione umanitaria israeliana IsraAID per riuscire ad organizzare e riunire un equipaggio di 20 persone esperte in ricerca, salvataggio e traumi.

Dov Maisel, direttore delle operazioni internazionali della United Hatzalah, ora sta formando una nuova Task Force israeliana internazionale, chiamata iRescue, che comprende i numerosi volontari delle varie squadre di ricerca e salvataggio.

Unire le forze può fare la differenza, come dimostrato dall’uso delle innovazioni israeliane utilizzate per i soccorsi durante il terremoto in Nepal nel 2015.

Ciascuna di queste organizzazioni ha una lunga storia di leadership nelle operazioni di ricerca e salvataggio in tutto il mondo.

L’IDF Home Front Command’s Search & Rescue Brigade ha fornito assistenza medica e umanitaria alle migliaia di persone colpite in più di una dozzina di paesi dal 1983, tra cui Haiti, Nairobi, Kenya, Turchia e Messico.

ZAKA International Rescue Unit, una organizzazione che comprende un’unità subacquea, un’unità di jet-ski, jeep, arrampicata e discesa in corda e un’unità canina, ha risposto a disastri internazionali come l’uragano Katrina a New Orleans (2005);  il terremoto di Haiti (2010); lo tsunami e il terremoto in Giappone e le inondazioni in Thailandia (2011); il tifone Haiyan nelle Filippine (2013); l’incidente aereo in Namibia (2014); negli attacchi a Parigi, terremoti in Nepal e nell’incidente aereo nelle Alpi francesi (2015).

unita-di-soccorso-zaka

Tecnologie israeliane per il salvataggio

Anche la tecnologia israeliana ha un ruolo chiave nelle operazioni di salvataggio.

LifeCompass, un’applicazione GPS sviluppata per il United Hatzalah dalla società israeliana NowForce per individuare il primo volontario disponibile a rispondere ad una emergenza. Questo sistema viene ora utilizzato in operazioni di ricerca e salvataggio da parte di organizzazioni negli Stati Uniti e in Sud America.

lifecompass-tecnologia-primo-soccorso

L’Israelife Foundation sta sviluppando un sistema che utilizzerà droni per individuare e identificare le persone ferite.

Fu un’invenzione israeliana a fare la differenza quando nel 2013 dei minatori sudafricani rimasero intrappolati sotto terra. Furono salvati proprio dall’israeliana Agilite che sviluppa corde con doppia imbracatura.

Israele svolge anche un ruolo di primo piano nella formazione del personale in ricerca e salvataggio nei paesi soggetti a disastri naturali.

ZAKA è recentemente diventato un organo ufficiale di consulenza presso le Nazioni Unite ed ha anche allenato squadre di emergenza negli Stati Uniti (New York e Lakewood), Inghilterra (Londra e Manchester), Parigi, Hong Kong, Singapore, Messico, Argentina, Russia, Ucraina, Bielorussia, Siberia e la Georgia.

Commenti

commentaire(s) jusqu’à présent. Ajouter le votre...

Abonnez-vous à notre newsletter