La videocamera per auto di TriEye può vedere in condizioni climatiche avverse e di notte

TriEye videocamera auto

La videocamera HD SWIR di TriEye, che dovrebbe entrare sul mercato nel 2020, è in grado di vedere in condizioni climatiche avverse e notturne. Il dispositivo è progettato per salvare vite umane sulle strade.

La telecamera consentirà ai sistemi di assistenza alla guida avanzati (ADAS) e ai veicoli autonomi di ottenere una capacità di visione impeccabile di notte, oppure con condizioni meteorologiche avverse o in caso di scarsa illuminazione dovuta a nebbia o polvere.

La tecnologia SWIR

Simile alla comune fotocamera digitale, la tecnologia SWIR di TriEye è basata su CMOS, consentendo la produzione in serie di sensori SWIR (Short-Wave-Infra-Red), riducendo così il costo rispetto all’attuale tecnologia basata su InGaAs.

L’azienda è quindi in grado di produrre una telecamera HD SWIR in formato miniaturizzato, in modo da poter essere facilmente montata a bordo del veicolo dietro il parabrezza dell’auto.

Il CEO Avi Bakal sostiene che l’incapacità di vedere e analizzare condizioni insolite è uno dei grandi ostacoli per i veicoli autonomi. Riducendo i costi e aumentando l’efficacia, l’azienda ritiene di poter rimuovere una barriera importante per portare più funzioni automatiche, ed eventualmente l’autonomia, a più veicoli.

TriEye e l’industria automobilistica

Il principale mercato di riferimento dell’israeliana TriEye è l’industria automobilistica, ma questa tecnologia si può applicare a una vasta gamma di altri settori, compresi quelli mobili, industriali, di sicurezza e di ispezione ottica.

TriEye, con sede a Tel Aviv, è stata fondata nel 2016 dal CEO Avi Bakal insieme a Omer Kapach e Uriel Levy. La tecnologia si basa sulla ricerca sulla nanofotonica condotta dal prof. Uriel Levy presso l’Università Ebraica di Gerusalemme.

Foto credit TriEye

RetweeTech