La tecnologia israeliana di Realtà Aumentata che cambierà il mondo medico

La tecnologia israeliana di Realtà Aumentata che cambierà il mondo medico. Gli interventi di chirurgia spinale possono essere lunghi e ardui e la chirurgia robotica sarà presto una pratica comune. Oggi, la maggior parte dei robot chirurgici sono completamente controllati da chirurghi e non ed  hanno la capacità di assistere il medico durante il processo decisionale.

L’elemento mancante per la chirurgia robotica intelligente è un sistema informatico avanzato che raccolga le informazioni durante la procedura e possa dare suggerimenti di conseguenza.

All’interno di questo panorama si vuole inserire la tecnologia di Realtà Virtuale, la quale sta tentando di ridurre il tempo di intervento, l’invasività e il risultato chirurgico complessivo. L’azienda israeliana Augmedics ha creato una tecnologia che sovrappone le informazioni spinali sulla colonna vertebrale del paziente in modo che i medici possano tenere sempre gli occhi sul paziente e possano avere le informazioni spinali direttamente dove necessario.

Lo strumento si chiama Vizor. I chirurghi indossano un display montato in modo stabile che contente loro di “vedere” la pelle del paziente come se avessero una visione a raggi X.

Poiché il chirurgo può vedere l’anatomia del paziente senza creare aperture, molte procedure possono essere eseguite esternamente senza creare incisioni multiple. Il risultato di una chirurgia meno invasiva significa meno tempo di recupero per il paziente e un soggiorno in ospedale più breve.

Anche l’organizzazione pre-operatoria è una importante possibilità che il Vizor porta con sé. Infatti, il chirurgo può programmare l’intervento in anticipo disegnando guide virtuali delle traiettorie da seguire per inserire le viti nella colonna vertebrale. Per praticare il foro per la vite, il chirurgo inserisce lo strumento sopra la guida virtuale e la posiziona in modo sicuro nella vertebra.

RetweeTech