La Cina investe sempre più in Israele

La Cina investe sempre più in Israele. Nella sua ricerca senza fine per le risorse e la tecnologia, la più grande nazione del mondo è sempre più alla ricerca di uno dei più piccoli stati al mondo, Israele. Anni fa, il commercio tra la Cina e Israele era pari a 50 milioni di dollari. Oggi, questa cifra ha raggiunto 11 miliardi di dollari.

Con un occhio verso il futuro, la Cina pensa ad Israele come una scommessa intelligente per trovare una valida spalla. Tanto è vero che la Cina è diventata parte integrante del boom tecnologico israeliano.

Secondo il Ministero degli Esteri israeliano, la Cina oggi rappresenta circa un terzo degli investimenti nelle imprese high-tech israeliane. Il Centro di Ricerca IVC a Tel Aviv stima che gli investimenti cinesi in Israele si avvicineranno a 500 milioni di dollari nel 2017, ed è in crescita del 50 per cento ogni anno.

Gli investimenti cinesi in società israeliane vanno dalla cyber-sicurezza, al settore dell’automotive passando per l’agricoltura e le tecnologie ambientali.

Grazie ai numerosi investimenti, la Cina sta creando numerosi posti di lavoro nella Startup Nation, donando all’innovazione israeliana una ulteriore spinta.

RetweeTech