Kado: il caricabatterie più sottile al mondo. Intervista al CMO Yariv Ganor

Kado: Il caricabatterie più sottile al mondo. Intervista al CMO Yariv Ganor. Per il nostro giro di interviste ad imprenditori israeliani oggi la redazione di siliconwadi.it ha contattato il CMO di Kado, Yariv Ganor.

caricabatterie-smartphone-piccolo

La startup israeliana Kado Thin Technologies ha creato il più sottile caricabatterie mobile del mondo che può essere inserito in un portafoglio, al fine di liberare le persone dal portarsi sempre dietro fili e cavi.

1. Siete una startup israeliana che ha sviluppato Kado, il caricabatterie mobile più sottile al mondo: In cosa consiste questa tecnologia e quali passi la hanno condotta al successo?

Kado è una società Thin-Tech, che ha come obiettivo fissare nuovi standard nel campo della conversione di potenza. La nostra tecnologia, in attesa di brevetto, si basa su un nuovo modo di ricarica che ci permette, per esempio, di produrre caricabatterie per telefoni delle dimensioni di una carta di credito, con uno spessore di soli 5 mm. Abbiamo già implementato la nostra tecnologia proprietaria per produrre un caricabatterie per pc portatili che ha uno spessore di soli 8 mm. Abbiamo anche ricevuto diverse proposte dai grandi brand e leader in vari settori per esplorare le applicazioni della nostra tecnologia ultra-sottile nei loro prodotti.

2. Siete una azienda israeliana: Qual è la differenza nel coltivare una startup nell’ecosistema israeliano rispetto a farlo negli altri paesi?

La cultura israeliana è molto orientata a sostenere iniziative personali. A volte si sente che è proprio parte del nostro DNA. Portare nuove idee, migliorare quelle esistenti, ricercare partner per lo sviluppo di innovazioni o di infrastrutture per farle nascere – questa è solo una parte della nostra vita quotidiana. Il multiculturalismo, gli eventi quotidiani impegnativi, l’esperienza imprenditoriale e anche il servizio militare, contribuiscono a creare terreno fertile per il pensiero creativo che richiede una realizzazione pratica.

3. Indicaci 3 aggettivi che meglio descrivono un uomo d’affari che vuole entrare a far parte di questo innovativo ecosistema israeliano.

Per fare i primi passi in questo campo frenetico è necessario prima di tutto essere audaci. Ci sono un sacco di ostacoli là fuori, occorre tirare fuori il coraggio. Quindi, è necessario avere la flessibilità per gestire le diverse esigenze di business, il mutevole timing di sviluppo e gli inevitabili alti e bassi. Infine, è necessario avere “testa tra le nuvole e i piedi per terra” per assicurarsi che l’idea prenda vita e che si possa tradurre in un qualcosa di innovativo e rilevante.

4. Yariv, dove sarete tu e Kado tra 5 anni?

Kado è stato svelato solo 2 mesi fa e ha già ricevuto tante grandi risposte da parte dell’industria, della stampa e dai consumatori. Onestamente, è travolgente. Siamo consapevoli che la nostra tecnologia ha tanto da offrire e desideriamo di sfruttarla al meglio. 5 anni è un sacco di tempo in questo mondo sempre più connesso, e ci piacerebbe vedere Kado come la rivoluzione che trasformerà gli standard delle ricariche.

caricabatterie-piu-sottile-al-mondo

RetweeTech