Jet Eat vince concorso europeo per la tecnologia che stampa carne vegana in 3D

Jet Eat vince concorso europeo per la tecnologia che stampa in 3D carne vegana

Jet Eat è la vincitrice del programma Food Accelerator Network Institute (EIT FAN) 2018 dell’Istituto europeo di innovazione e tecnologia.

La startup israeliana, che sta creando bistecche a base di carne di origine vegetale utilizzando la tecnologia di stampa 3D proprietaria, è stata scelta tra decine di startup tecnologiche di successo che hanno partecipato all’iniziativa ed è stata una dei tre vincitori finali ad aver ricevuto un premio in denaro.

Si tratta della prima azienda al mondo a sviluppare la tecnologia di stampa 3D proprio per affrontare i problemi dell’industria alimentare.

Jet-Eat, fondata nel 2018 da Eshchar Ben Shitrit, mira a ridurre gli sprechi alimentari, contribuire ad un sistema di produzione alimentare più sostenibile e fornire ai vegani, vegetariani e semi-vegetariani delle alternative alla carne che siano salutari, naturali e sostenibili, senza compromettere le loro abilità in cucina.

Eshchar Ben-Shitrit, fondatore della startup, come riporta un comunicato del Technion di Haifa, ha dichiarato:

“Siamo entusiasti di essere stati selezionati tra questo gruppo straordinario di startup. Il premio in denaro non solo ci aiuterà a compiere un passo importante per accelerare il nostro sviluppo, ma anche la conferma da parte dei principali operatori del settore alimentare ci consente di lavorare alla costruzione di un nuovo ecosistema di stampa alimentare. Il contributo del programma EIT FAN in generale, e in particolare la nostra collaborazione con il Technion è stato determinante per i nostri sforzi negli ultimi quattro mesi. Consideriamo questa collaborazione come una partnership a lungo termine che unisce Jet-Eat, Technion ed EIT”.

Secondo Ben-Shitrit, l’industria della carne bovina è una delle principali cause dell’impatto ambientale negativo e rappresenta un enorme rischio di crisi economica.

L’introduzione della tecnologia di stampa 3D nella ricerca di un’alternativa alla carne, e in particolare alla carne bovina, ha il vantaggio di cambiare radicalmente questa realtà e contribuire a costruire un futuro più sostenibile, aprendo al contempo nuove opportunità per la carne di alta qualità a base vegetale.

La startup israeliana è stata una delle 40 startup del settore alimentare, in grado di cambiare il sistema alimentare mondiale, che hanno preso parte all’EIT Food Accelerator Network.

Per gestire il programma sono stati scelti il Technion di Haifa, il Politecnico federale (ETH) di Zurigo e il Politecnico di Monaco (TUM).

Al Technion, dieci startup hanno preso parte all’acceleratore di quattro mesi, guidato dai professori Ester Segal e Uri Lesmes della Facoltà di Biotecnologie e Ingegneria alimentare.

Le startup hanno ricevuto mentoring da importanti accademici delle Università e professionisti dell’industria alimentare della Strauss Company.

Benoit Buntinx, Director of Business Creation di EIT Food, si è congratulato con i vincitori dell’EIT Food Accelerator Network Program. “Queste startup – ha commentato – hanno l’obiettivo di contribuire ad affrontare le sfide alimentari globali e di colmare il divario tra l’innovazione e la realizzazione di autentiche opportunità di business”.

RetweeTech