Israeliana BiondVax sempre più vicina al vaccino antinfluenzale universale

Israeliana BiondVax sempre più vicina al vaccino antinfluenzale universale. La Banca europea per gli investimenti ha raggiunto un accordo di prestito di 20 milioni di euro all’israeliana BiondVax Pharmaceuticals Ltd. per aiutare a portare sul mercato il suo innovativo vaccino.

Lo scopo del prestito è quello di aiutare BiondVaxa sviluppare un vaccino universale ed efficace per prevenire una vasta gamma di diversi tipi di influenza”, ha detto in un comunicato stampa Carlos Moedas, commissario europeo per la ricerca, la scienza e l’innovazione.

I virus influenzali mutano frequentemente e in modo imprevedibile. Dal momento che è impossibile prevedere le mutazioni future, gli attuali vaccini contro l’influenza possono mirare a ceppi che non sono presenti nell’attuale ondata di influenza.

Inoltre, gli attuali vaccini per essere prodotti hanno bisogno di un lasso di tempo che varia dai 4 ai 6 mesi ed in più devono essere prodotti ogni anno. Così, quando una mancata corrispondenza viene identificata all’inizio della stagione influenzale, non c’è abbastanza tempo per fare un nuovo vaccino per quella specifica stagione.

M-001 è il vaccino candidato della BiondVax per proteggere la popolazione contro i ceppi di influenza presenti e future, stagionali e pandemici. L’azienda israeliana ha isolato nove sezioni collegate a tre proteine ​​che si trovano in quasi tutti i ceppi di influenza scoperti nel corso degli ultimi 75 anni.

Gli studi clinici e pre-clinici hanno dimostrato che M-001 è sicuro e immunogenico (ovvero capace di indurre una reazione immunitaria) e che ha la capacità di migliorare e ampliare la copertura dei vaccini influenzali in corso.

Come spiegato da Ron Babecoff, CEO di BiondVax, grazie a questo accordo con la Banca europea per gli investimenti ora l’azienda ha le risorse per lanciare la fase 3 dei test e di istituire un impianto di produzione commerciale di medie dimensioni.

RetweeTech