Israele: XJet apre il più grande centro al mondo di stampanti 3D per metallo e ceramica

Israele XJet apre il più grande centro al mondo di stampanti 3D per metallo e ceramica

La società di produzione additiva israeliana XJet Ltd. ha ufficialmente aperto il suo centro di produzione additiva a Rehovot, in Israele.

Si tratta del più grande centro di produzione additiva al mondo per metalli e ceramiche. Nel 2016, la società di stampanti 3D per metallo e ceramica ha debuttato con l’innovativa tecnologia NanoParticle Jetting (NPJ), una piattaforma che si basa su testine di stampa a getto d’inchiostro per depositare strati di un materiale liquido infuso con nanoparticelle metalliche.

La tecnologia NPJ di XJet ha dimostrato di essere utile non solo per la stampa 3D dei metalli, ma anche per applicazioni nella stampa di ceramiche tecniche.

Lo stabilimento, di 740 metri quadri, situato nel Rehovot Science Park ospita la più grande raccolta di stampanti 3D per metallo e ceramica interamente composta dai sistemi XJet Carmel AM.

Hanan Gothait, CEO di XJet, come ha reso noto l’azienda tramite un comunicato, ha dichiarato:

“Il nuovo Centro AM è una parte cruciale della nostra ricerca di un’ampia stampa multi-materiale. I sistemi XJet Carmel AM sono attualmente disponibili per uno dei due materiali di stampa, acciaio inossidabile o zirconio. La nostra visione è una piattaforma che stampa con una moltitudine di metalli e ceramiche sulla stessa parte. Utilizzeremo il Centro AM per sviluppare e mostrare applicazioni specializzate, stampare parti di prova per la nostra clientela internazionale e per testare nuovi materiali in metallo e ceramica”.

Utilizzando la tecnologia brevettata NanoParticle Jetting™ (NPJ) dell’azienda, la serie XJet Carmel AM consente ai produttori di realizzare parti in ceramica o metallo con la facilità e la versatilità della stampa a getto d’inchiostro.

Grazie al suo approccio unico, la tecnologia NPJ produce parti altamente complesse con dettagli superfini, superfici lisce e precisione millimetrica. Si possono ottenere strati straordinariamente sottili di pochi micron, rispetto a dozzine di micron nelle tecnologie AM per ceramica e metallo a polvere.

Tra i clienti di XJet c’è Syqe Medical, un produttore israeliano che ha sviluppato un rivoluzionario inalatore medico a dose controllata.

RetweeTech