Israele: test del movimento delle palpebre per la diagnosi di malattie

Che cosa dicono i tuoi occhi? Un nuovo dispositivo israeliano può diagnosticare le malattie analizzando il movimento delle palpebre.

I ricercatori del Technion di Haifa ed in particolare quelli della Facoltà di Ingegneria Elettrica hanno sviluppato un dispositivo che può diagnosticare le malattie tramite un monitor di analisi del movimento delle palpebre. Il progetto è stato recentemente pubblicato nel Graefe’s Archive for Clinical and Experimental Ophthalmology.

Già nelle sue fasi di sviluppo, il dispositivo ha vinto diversi premi internazionali, ed è stato classificato tra i primi 20 del Texas Instruments Innovation Challenge (TIIC) – Europe Design Contest. Negli ultimi due anni, il dispositivo è stato utilizzato in studi clinici presso l’Emek Medical Center di Afula, in Israele.

Questa nuova tecnologia è stata inventata dal Prof. Levi Schachter e dalla dottoranda Adi Hanuka, la quale sta continuando a lavorare al progetto con il supporto di una squadra di studenti che lavorano sotto la sua supervisione.

Queste le parole della Dott.ssa Hanuka:

Il movimento delle palpebre ci fornisce informazioni significative sulla salute di un paziente. Questo moto può indicare non solo le malattie degli occhi, ma anche malattie neurologiche come il Parkinson e le malattie autoimmuni come il Morbo di Graves (una malattia autoimmune che colpisce la tiroide n.d.r). Abbiamo sviluppato un dispositivo che può essere installato sui vetri di rifrazione standard, utilizzati nei test degli occhi.

I vetri sono dotati di un sistema hardware e software che controllano e interpretano i movimenti delle palpebre. Con l’approvazione del Regolamento Etico per il lavoro di ricerca che coinvolge i partecipanti umani, sono stati analizzati circa 100 soggetti per definire i modelli di movimento delle palpebre di persone sane. I movimenti delle palpebre sono stati analizzati utilizzando un algoritmo di elaborazione del segnale scritto dagli studenti Tal Berkowitz, Michal Spector, Shir Laufer e Naama Pearl.

Il team ha esaminato il blefarospasmo, una malattia caratterizzata da contrazione involontaria dei muscoli responsabili della chiusura degli occhi. I ricercatori hanno trovato una relazione statisticamente significativa tra il modello delle palpebre della persona e la malattia, il che significa che il dispositivo potrebbe essere utilizzato per diagnosticare un tale disturbo. Il sistema è stato utilizzato anche per esaminare l’effetto delle iniezioni Botox, il trattamento convenzionale per la malattia che fa ridurre gli spasmi, trovando una corrispondenza con gli indici esistenti tra le persone sane.

I ricercatori stanno anche raccogliendo informazioni su altri gruppi, inclusi i pazienti con demenza e morbo di Parkinson.

Secondo i ricercatori, il dispositivo ha la possibilità di diagnosticare ogni malattia che si esprima neurologicamente, tra cui molte malattie oculari e della tiroide.

RetweeTech