Israele: robot medico inserisce l’ago nel punto esatto durante piccoli interventi

Israele robot medico inserisce l'ago nel punto esatto durante piccoli interventi -

La società israeliana XACT Robotics sta sviluppando una nuova piattaforma tecnologica robotica per il posizionamento dell’ago in procedure interventistiche minimamente invasive, come biopsie e ablazioni.

Il robot, posizionato sul corpo del paziente, consente un inserimento rapido, accurato e sicuro dell’ago nel punto desiderato. Lo specialista dalla sua postazione di lavoro pianifica la procedura e consente al robot di eseguire l’inserimento dell’ago con un’accuratezza senza precedenti.

Il controllo in tempo reale a circuito chiuso consente di rilevare e correggere immediatamente qualsiasi deviazione dal percorso originale pianificato, senza dover reinserire l’ago o spostare il paziente.

Il medico pianifica la procedura sulla workstation XACT™ nella sala di controllo, selezionando il target e il punto di ingresso desiderato. XACT™ calcola la traiettoria dell’ago per un posizionamento preciso. Un ago standard viene quindi collegato al robot, che esegue l’inserimento dell’ago nel punto desiderato sotto il controllo del medico.

Si prevede che il sistema XACT™ possa ridurre significativamente la durata della procedura di intervento dei radiologi per eseguire complesse traiettorie dell’ago e raggiungere con successo piccoli obiettivi.

Questa innovativa tecnologia israeliana è adatta per una serie di procedure che richiedono l’inserimento di un dispositivo sottile in un punto preciso all’interno del corpo, come nelle biopsie, iniezione di farmaci negli organi interni, ablazioni, drenaggio all’interno il corpo, ecc.

Israele robot medico inserisce l'ago nel punto esatto durante piccoli interventi

Harel Gadot, fondatore e presidente di XACT con sede a Cesarea e controllata da MEDX Ventures Group, spiega al Globes:

“Il nostro prodotto è progettato per trattare qualsiasi organo del corpo, compresa la colonna vertebrale, anche se in questo periodo ci stiamo concentrando sugli organi della cavità addominale. Il robot guida e gestisce l’effettivo inserimento dello strumento medico. Lo specialista deve approvare in anticipo la traiettoria pianificata ed approvare poi l’inserimento dello strumento nel corpo del paziente, assicurandosi che lo strumento rimanga nella traiettoria confermata”.

Il lancio del prodotto è previsto per il 2019 e sarà impiegato nei sette centri di eccellenza che verranno istituiti nei principali ospedali di Israele, dell’Europa e degli Stati Uniti.

RetweeTech